Sabato 3 Dicembre

Antonio, Elisabetta e Vittoria. Insieme a Londra

LaPresse/ Fabio Ferrari

Una famiglia unita, e una moglie sempre accanto: questi i semplici segreti del Conte Nazionale che sfida l’Inghilterra

Ha gioito prima e pianto dopo, per lui. Perché si dice spesso, e questa pare la riconferma del “detto”, che dietro a ogni grande uomo c’è una grandissima donna. Se lui è l’Allenatore con la A maiuscola, Antonio Conte, lei è ElisabettaMuscarelloConte, così, tutto d’un fiato. O, anche, Betta: come la chiama Il Mister d’Italia che ora è al Chelsea. Si sono conosciuti quando lei aveva 15 anni, erano vicini di casa.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Ma lei era troppo giovane e lui troppo impegnato col calcio. Ma il destino aveva già deciso, per loro. Quegli occhi scuri e quei lunghi capelli corvini avrebbero portato l’Antonio nazionale sull’altare. Così, nel 2004, i due si rivedono, in uno di quei locali in cui si erano già “intravisti” anni prima. E da quel momento le loro vite cambiano, unendosi. Prima amici. Poi molto amici. Poi amore. I due decidono di andare a convivere, da subito. Nel 2007 arriva Vittoria, la figlia, e nel 2013 il matrimonio con Elisabetta, della quale Conte dice: “Elisabetta è la leader, in famiglia.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

È lei a occuparsi e a decidere tutto quello che riguarda il presente e il futuro di nostra figlia Vittoria” Elisabetta e Vittoria, sulle tribune dell’Europeo, hanno esultato e si sono commosse, guardando il loro Antonio combattere per regalare all’Italia un sogno. E quando il sogno si è infranto contro i rigori tedeschi, sugli spalti “familiari” del C.T. della Nazionale, sono comparse le lacrime, a rigare i visi femminili delle due donne di Mister Conte. Adesso, la famiglia Conte, Elisabetta, Vittoria e Antonio, sono, ancora insieme, pronti ad affrontare un’altra sfida. Una sfida dal sapore inglese. Una sfida che si chiama Chelsea. In bocca al lupo, Elisabetta!