Giovedi 8 Dicembre

Volley, Word League: azzurri pronti per la sfida contro l’Australia

LaPresse/Marco Alpozzi

Domani gli azzurri sfideranno l’Australia nel Word League. Italia pronta e determinata per la sfida

La sfida con l’Australia di Roberto Santilli apre il trittico degli impegni azzurri nel secondo weekend di World League. La squadra di Gianlorenzo Blengini, al completo nella Capitale da martedì’ sera, oggi ha fatto “conoscenza” con il taraflex del PalaLottomatica sul quale affronterà nell’arco di tre giorni prima l’Australia (già affrontata e battuta domenica scorsa a Sydney), gara in programma domani alle 20; sabato il Belgio, sempre alle 20; per concludere domenica, alle 18.30, con l’attesa gara con gli Stati uniti, vincitori dell’ultima World Cup. Il ct italiano ha fatto le sue scelte d’organico e dei sedici elementi a sua disposizione ha lasciato fuori dall’elenco inoltrato alla Federazione Internazionale: Osmany Juantorena e Giulio Sabbi, entrambi non al meglio dal punto di vista fisico. Lo schiacciatore, cubano di nascita, soffre di una tendinopatia alla spalla destra. Un problema che gli aveva impedito di giocare in Australia e che sta migliorando grazie alle terapie dello staff medico. Oggi si e’ allenato con i compagni, giocando anche un sei contro sei. Giulio Sabbi e’ stato fermato da una leggera distorsione alla caviglia destra accusata nell’allenamento di mercoledì.

emanuele-birarelliNel corso dell’allenamento odierno anche Enrico Cester ha accusato una leggera distorsione alla caviglia destra ed ha interrotto il lavoro, lasciando il campo per precauzione. Della tre giorni romana hanno parlato Blengini e il capitano Birarelli nel corso della conferenza stampa ufficiale. “Per noi è sempre una grande emozione giocare in Italia, perché non ci si abitua mai a rappresentare il proprio Paese nel proprio Paese. Il gruppo – ha sottolineato nel suo intervento il coach italiano – si è unito da poco tempo e veniamo da una fase molto dura, quindi ogni partita sarà utile per fare passi in avanti in funzione di un obiettivo che per noi è quello dei Giochi Olimpici. È importante migliorare il proprio livello di gioco all’interno di una gestione che permette di preservare di alcuni giocatori che hanno ancora qualche problema da risolvere. Dobbiamo aggiungere qualcosa dal punto di vista dei meccanismi di squadra”. Il fascino di giocare nella capitale è stato sottolineato anche da Emanuele Birarelli: “Giocare qui a Roma è sempre speciale, nelle ultime due estati è stato bellissimo giocare al Foro Italico, ma lo sarà anche quest’anno. Per noi sarà molto importante qualificarci per le Final Six quindi l’obiettivo è vincere tutte e tre le partite sfruttando anche il fattore casa. Il nostro stato di forma è datato più in là ma arrivare alla fase successiva sarebbe la miglior preparazione che potremmo fare in vista delle Olimpiadi“.
(ITALPRESS).