Mercoledi 7 Dicembre

Tutto quello che significa avere una proprietà cinese

Spada/LaPresse

I cinesi sbarcano coi loro soldi nel calcio italiano. Quando fate un abbonamento, pensate anche a questo…

Dal 15 aprile al 4 giugno del 1989, in Cina, a Pechino, ebbero luogo una serie di dimostrazioni di massa, portate avanti in prima fila da studenti, intellettuali e operai. Il luogo in cui si combattè in quei giorni per la libertà si chiamava Piazza Tienanmen.

piazza tienanmen protestaIl simbolo di quelle lotte (e di quelli che persero la vita in quei giorni) è la foto di un ragazzo, magro, che da solo, disarmato, affronta una colonna di carri armati e impedisce loro di avanzare.
In Cina, quello che successe all’epoca viene descritto come “l’incidente del 4 giugno”, e il fatto di parlare di questi accadimenti è “tabù”, dove il termine tabù sottende una serie di verità impossibili da dire, pena gravi rischi.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Ai Wei Wei è un artista cinese contemporaneo, che a causa della sua arte è stato messo in prigione in Cina senza un vero perché. Ai Wei Wei è costantemente tenuto sotto controllo dalle autorità cinesi, che non amano questo suo essere artista indipendente e al contempo attivista per i diritti umani. Ai Wei Wei è fastidioso, in patria. E la patria non usa certo mezze misure nei suoi confronti. La Cina ha invaso il Tibet, ha obbligato il Dalai Lama a fuggire dalla sua patria, e sta causando con la sua invasione non pacifica profondi cambiamenti nella società tibetana. Cambiamenti non richiesti né voluti dai poveri e innocenti tibetani.

Spada/LaPresse

Spada/LaPresse

Quando si parla di cinesi che comprano società di calcio italiane, quando si vedono cifre importanti messe a disposizione della causa calcio, quando si sente parlare “il cinese” dai vertici di squadre storiche come quelle milanesi, occorre tenere ben presente nelle nostre menti che la Cina è la nazione che ha fatto tutto quello che è stato scritto qui sopra. Quando un tifoso andrà a tifare per una squadra di proprietà cinese, sappia che i giocatori che ha acquistato il suo team sono stati comprati dai cittadini di una nazione che sta distruggendo un popolo, che ha messo in carcere nel 2011 un artista a causa del suo libero pensare, e che ha definito “un incidente” quello che il resto del mondo chiama “massacro”.