Mercoledi 7 Dicembre

Tragedia Salom, interviene il responsabile della sicurezza: “le protezioni hanno retto, è stata una fatalità”

Dopo la tragedia di ieri, il responsabile della Commissione Sicurezza, Franco Uncini, ha sottolineato come l’incidente di Salom sia stata una tragica fatalità

La tragedia accaduta ieri durante le prove libere della Moto2 è ancora negli occhi di tutti, la morte di Luis Salom ha fatto passare in secondo piano il Gp di Barcellona, obbligando tutti gli addetti ai lavori e non ad una lunga pausa di riflessione.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Dopo la decisione della Commissione di Sicurezza di modificare il tracciato catalano, obbligando i piloti ad usare la configurazione prevista per la Formula 1, oggi Carmelo Ezpeleta e Franco Uncini si son presentati in conferenza stampa per spiegare la decisione. “In passato abbiamo chiesto ai piloti di fare un test parziale di questo nuovo layout e quel tracciato non sembrava così interessante” spiega Uncini, responsabile della Commissione Sicurezza della IRTA.Soprattutto era difficile per le moto più pesanti, quindi la decisione era stata di mantenere il solito tracciato. Ma ieri dopo l’incidente, soprattutto visto che non abbiamo informazioni precise, c’era questa alternativa ed è stato deciso in particolar modo dai piloti di sfruttare questo nuovo layout.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Quando avremo tutte le informazioni decideremo se in futuro continuare col nuovo o col vecchio. Voglio spendere una parola anche per le protezioni, perchè hanno funzionato perfettamente, dal momento che hanno assorbito sia l’impatto della moto che quello del pilota. La sfortuna di Luis è quella di essersi schiantato contro la moto, quindi è stato davvero un episodio fatale. Riguardo la questione sicurezza, noi siamo molto contenti ma non stiamo dormendo e per questa stagione continueremo a lavorare per quanto riguarda l’asfalto i cordoli, e tutto ciò che riguardi la sicurezza in pista“.