Venerdi 9 Dicembre

Tennis, Milos Raonic spavaldo: “3 allenatori? Il capo resto sempre io”

LaPresse/Alfredo Falcone

Raonic ha parlato alla stampa francese del rapporto con i suoi 3 coach dopo l’aggiunta di John McEnroe nel team del canadese

LaPresse/Actionpress

LaPresse/Actionpress

Milos Raonic è enusiasta della sua nuova collaborazione con John McEnroe. Il canadese ha scelto la leggenda del tennis americano come suo coach per avere un aiuto nel gioco a rete e soprattutto su erba. Nonostante la collaborazione fra i due sarà per ora limitata a Wimbledon, Raonic ha dichiarato alla stampa del Roland Garros che per lui è: “è un grande onore, ci sono molti obiettivi che voglio raggiungere”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

McEnroe diventa il terzo coach di Raonic dopo Carlo Moya e Riccardo Piatti. Il canadese però non ha paura di doversi dividere fra tre pareri diversi, il capo alla fine resta sempre lui: “io sono l’amministratore delegato del Tennis Milos Raonic” ha dichiarato il canadese – “Questo è il mio lavoro, ascoltare tutto e valutare ciò che è sbagliato e ciò che è migliore per me, valuto personalmente ogni consiglio. So che ogni persona che ho accanto vuole aiutarmi il più possibile. Ho intenzione di fare tutto ciò che posso per darmi la possibilità di raggiungere i miei obiettivi”.

LaPresse/Sipa Usa

LaPresse/Sipa Usa

In vista di Wimbledon il tennista numero 9 del Ranking ATP ha dichiarato di aver ricevuto già tanti consigli da McEnroe: “stavo cercando un altro paio di occhi che mi aiutassero ad essere più efficace sull’erba ma lo scopo è un miglioramento generale. Voglio andare avanti e mettere più pressione ai miei avversari. Ero molto più in forma all’inizio dell’anno ed è qualcosa su cui voglio lavorare… e sull’erba può funzionare. Questa è probabilmente la cosa che potrà farmi meglio. Ora ci sono tre settimane per arrivare a Wimbledon e abbiamo intenzione di lavorare e concentrarci su questo obiettivo”. Per Milos il primo torneo sull’erba, secondo la programmazione, dovrebbe essere l’ Aegon Championships di Londra.