Giovedi 8 Dicembre

Tennis, Federer e quella voglia di normalità: “sono stanco di tutte le attenzioni, vorrei…”

LaPresse/Alfredo Falcone

Roger Federer ha confessato al quotidiano “La Stampa” la sua voglia di normalità, lontano dalle attenzioni dei fans e dalle luci della celebrità

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

È un Roger Federer malinconico quello che traspare dalle parole riportate dal quotidiano “La Stampa“. Il campione svizzero durante la sua intervista, ha spiegato come a volte vorrebbe non dover pensare alla sua celebrità e vivere una vita normale: vorrei andarmene a spasso. Montare su un autobus, prendere un treno e non dovermi preoccupare di nulla. Invece devo sempre organizzarmi. Devo pensare: voglio davvero che mi riconoscano? Voglio farmi fotografare? No? Allora è meglio che non vada in quel posto. Sono un tipo spontaneo, anche quando vado a Roma per il tennis vorrei tanto andare a visitare il Vaticano, farmi una passeggiata. Non sempre è possibile. L’anno scorso però sono andato a Piazza Navona, alla Fontana di Trevi, sulla scalinata di Trinità dei Monti. Mi hanno riconosciuto solo in due. Perché ero solo, senza famiglia, giusto con qualche amico. È stato bellissimo. Alla fine la vita è questa. E io non vivo nella bolla della mia celebrità”. Si prospetta un ritiro all’orizzonte per Roger, ormai stanco di continuare questa vita?