Domenica 11 Dicembre

Rugby Under20: l’Italia asfalta il Giappone e chiude 11ª il World Championship

Lapresse/Badolato

La Nazionale Italiana allenata da Troncon si sbarazza 41-17 del Giappone guadagnandosi la permanenza nell’elite del rugby under20

Con una prestazione maiuscola l’Italia Under 20 batte 41-17 il Giappone conquistando l’undicesimo posto al World Rugby U20 Championship e, contestualmente, la permanenza nell’elite internazionale giovanile. Match vibrante sin dalle prime battute con il Giappone che sblocca il risultato con un calcio piazzato di Kanai al 5′ e gli Azzurrini che reagiscono prontamente con una grande azione corale che porta alla meta di Bronzini nell’angolo sinistro d’attacco che vale il momentaneo 5-3. L’Italia preme sull’acceleratore e fa sentire la forza fisica al 20′ con la maul che porta alla meta di Manfredi che, con la trasformazione di Mantelli, sposta il parziale sul 12-3.

rugby under 20 I nipponici non stanno a guardare e con una grande azione personale di Yamamura trovano impreparata la retroguardia italiana che subisce la prima meta del match. Il XV di Troncon dopo un primo momento di sbandamento rialza subito la testa e si porta prima sul 15-10 con un calcio piazzato di Mantelli al 31′, poi dopo una grande azione di Schiabel, fermato a 5 metri dalla linea di fondo avversaria, ci pensa Bronzini con un’azione caparbia a realizzare la terza meta italiana sul finale di tempo che vale il 20-10 all’intervallo. L’Italia tiene il campo benissimo, lasciando poco spazio agli avversari. La squadra allenata da Troncon continua a mostrare un gran rugby e trova altre due mete nell’arco di nove minuti con Licata che usa tutta la sua forza fisica per superare la retroguardia giapponese prima in posizione centrale e, in seguito, accanto alla bandierina in posizione defilata. Il cartellino giallo rimediato dal neo entrato Sperandio apre le porte alla meta di Tatafu che serve solo a rendere il passivo meno pesante per il Giappone, con il risultato che viene inchiodato sul 41-17. Al termine della partita Alessandro Troncon ha analizzato sia il match che il torneo disputato dalla sua squadra: “Abbiamo faticato a raggiungere l’obiettivo della salvezza, ma complessivamente sono soddisfatto dell’evoluzione che la squadra ha mostrato nel corso del Mondiale. Nella fase a gironi siamo stati in partita contro tutti gli avversari per almeno sessanta minuti, dimostrando di poter competere a questi livelli con una squadra giovane, formata in larga parte da atleti al primo anno di categoria. È un’esperienza importante per la prossima stagione. Resta il rammarico per la gara con la Georgia, che avrebbe potuto regalarci il miglior piazzamento nella storia della manifestazione, ma la prestazione odierna contro il Giappone, che ha portato ad una netta vittoria, dimostra il vero potenziale che ha questa squadra. Voglio ringraziare i ragazzi per il lavoro di questi mesi e per aver creduto sino in fondo alla possibilità di rimanere tra le prime migliori dodici squadre  al mondo”.