Domenica 4 Dicembre

Roland Garros, Halep e Radwanska contro gli organizzatori: “da pazzi giocare sotto la pioggia”

LaPresse/Reuters

Halep e Radwanska all’unisono: “impossibile giocare in queste condizioni”

L’edizione attualmente in corso del Roland Garros, è stata presa di mira, sin dal primo giorno, dal maltempo. La pioggia infatti è stata protagonista dello Slam francese tanto da costringere, spesso, gli organizzatori a dover interrompere e addirittura rimandare le sfide in programma. Ieri, a Parigi, la pioggia non ne ha voluto sapere di dare un po’ di tregua ai campioni di tennis, in campo per gli ottavi di finale del torneo. Gli organizzatori, finchè è stato possibile, hanno lasciato gli atleti in campo a sfidarsi, nonostante la pioggia continuasse a cadere. Gli unici due match arrivati al termine sono stati quelli di Halep e Radwanska, entrambe sconfitte. Le due atlete, entrambe top ten, si sono poi lamentate delle condizioni in cui sono state costrette a giocare.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Sono arrabbiata, sono sorpresa, sono molto nervosa, abbiamo giocato sotto la pioggia in condizioni impossibili, questo è uno Slam, mica un Challenger da 10.000 dollari. Ci sono ancora dei giorni buoni, perché costringerci?. Ho come l’impressione che nessuno si curi di quello che pensiamo, evidentemente hanno in mente altro. E poi io non stavo bene, ho il polso sinistro operato che fa male, e giocare su un campo così lento, con le palle così pesanti, è una tortura“, ha dichiarato la polacca.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Per me, non si poteva scendere in campo, giocare sotto la pioggia mi sembra decisamente un po’ troppo. E’ vero, tutte siamo nelle stesse condizioni, perciò ha vinto la più forte. Ma il fondo non era in buone condizioni, le palle diventavano completamente umide dopo qualche scambio. Nessuno ci ascolta, a me non importa di aver perso, ma di aver rischiato la salute“, ha aggiunto la rumena.