Domenica 11 Dicembre

Rio 2016, il Comitato Olimpico russo si appella al Cio: “squalificare i nostri atleti avrebbe effetti devastanti”

LaPresse/Reuters

Il Comitato olimpico russo ha chiesto al Cio di non squalificare i propri atleti in vista di Rio 2016, per non creare danni irreparabili alla crescite dello sport in Russia

Vi chiediamo di assumere un atteggiamento umanitario nei confronti dei tanti atleti il cui destino è in ballo e prendere una decisione equilibrata e saggia“. E’ questo l’appello al Cio e al suo presidente Thomas Bach da parte della commissione atleti del Comitato olimpico russo in vista della decisione finale su Rio 2016.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Venerdì, infatti, la Iaaf annuncerà se la sospensione inflitta all’atletica russa lo scorso novembre per lo scandalo doping verrà tolta oppure no e martedì il Cio si riunirà per discuterne. Ma gli atleti russi ritengono che squalificare tutti “avrebbe un effetto distruttivo sull’intero sistema dei valori olimpici e provocherebbe un danno irreparabile alla crescita dello sport in Russia“. Gli atleti sono pronti a sottoporsi a controlli antidoping extra e dai Giochi di Rio verrebbero comunque esclusi tutti quelli che in passato sono stati sanzionati. “Garantiamo che gli atleti che andranno all’Olimpiade sono puliti, nessuno di loro ha mai fatto uso di sostanze proibite e non c’è alcun sospetto su di loro. Diteci cos’altro dobbiamo fare per convincere la comunità olimpica del nostro impegno nella lotta al doping“. (ITALPRESS).