Sabato 10 Dicembre

Pogba-Real Madrid, verità schock di Raiola: “la Juventus lo aveva già venduto a 4 club”

LaPresse/Daniele Badolato

Clamorose dichiarazioni di Mino Raiola, l’agente di Pogba svela la trattativa con il Real Madrid e ammette che in passato la Juventus voleva venderlo

Foto LaPresse - Spada

Foto LaPresse – Spada

Paul Pogba e il Real Madrid si piacciono, i contatti ci sono già, ma il centrocampista francese non avrebbe alcuna difficoltà a rimanere alla Juventus. In un’intervista a “Marca” Mino Raiola parla del futuro di Pogba. Premessa: “Non c’è nulla di deciso ma stiamo parlando“. Poi, “la volontà di Zidane è importante, quella del club anche. Siamo in una fase iniziale, non c’e’ una trattativa. Tutti sappiamo ciò che vogliamo e vedremo se alla fine chiuderemo la trattativa o meno. L’ambiente è molto positivo“. Secondo Raiola “tutti i club” vogliono Pogba, o almeno “quelli che possono pagare la cifra che vale Paul. E’ un talento straordinario, non c’e’ nessuno come lui sul mercato anche se il fratello di Kroos dice suo fratello vale piu’ di 120 milioni“.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Quanto vale Pogba “è il mercato a deciderlo, non sono io a definire il valore di un calciatore. Il valore lo decide chi acquista. Se arrivano Real Madrid, City, United, Chelsea o Psg ha un valore, se arriva il Rayo, un altro. Non dipende da questo, non bisogna pensare al denaro. 120 o 140 milioni? Paul vale cio’ che un club puo’ e vuole pagare, e’ questo il valore di Paul“. In tutto questo, assicura Raiola, “la Juventus non vuole venderlo. E’ un club d’elite, lo è sempre stato. Quando ha rinnovato, ci siamo accordati che se Pogba avesse trovato un club e un progetto che lo avrebbe fatto migliorare, la Juve avrebbe trattato”. E aggiunge: “in passato quattro squadre erano arrivate all’accordo con la Juventus, ma Paul e’ voluto restare in bianconero perché la crescita tecnica è molto più importante del denaro. Vuole un progetto in cui stia bene, con un’idea del calcio che gli piace e con persone che si fidino di lui. Non avrebbe alcun problema a restare, è molto felice alla Juve e la Juve è molto felice di lui. Stiamo parlando con due-tre squadre ma Paul ha chiesto tranquillità durante l’Europeo”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Il Real può giocare una carta in più, la presenza di Zidane: “Sì, è chiaro, ma conta più il progetto perché Zidane oggi c’è, domani magari no. Il Real è una squadra fantastica per centrare il suo obiettivo, che è il Pallone d’oro. Non si può negare la storia di un club così. Il Real è unico e non si può discutere la sua storia, non c’e’ altro uguale. Per Paul il Real Madrid, Zidane, i madridisti hanno sempre rappresentato qualcosa di speciale. Li ammira. Ammira Zidane e questo – conclude Raiola – sarà importante per la sua decisione”. (ITALPRESS).