Martedi 6 Dicembre

Più stile per le pance famose

LaPresse/Reuters

Se le star sono in sovrappeso, occorrono stilisti che si occupino del loro look, onde evitare video e foto imbarazzanti quando fanno sport

Più stilisti per tutti. Ne sentiamo l’esigenza. Anzi, l’urgenza. Ultimamente, specialmente. Perché ormai non c’è pietà e non c’è limite alcuno. Perché in questi tempi di scatti rubati e video amatoriali, nessuno si può più permettere il lusso di nascondersi.

LaPresse/Piero Cruciatti

LaPresse/Piero Cruciatti

Con i risultati che ognuno di noi ha visto e può vedere. Si è iniziato, per fare solo 3 esempi recenti, con un dribbling associato a uno scatto del Ronaldo brasiliano, Fenomeno che fu. Nulla da dire sullo scatto e sul dribbling, ma per quanto riguarda la linea del giocatore, ahiahiahiahi! Visto di profilo, è un’esplosione di carne, visto da davanti, è figura ingombrante. Il tutto, purtroppo, è reso ancor più evidente e triste dalla tenuta “sportiva”, troppo attillata per un fisico in espansione come il suo. Vero stilisti? Occupatevi per favore anche di chi ha allargato un po’ troppo i propri confini corporei ma vuole continuare a fare sport. Non obbligatelo a vestire panni che li ricoprono come una seconda pelle, non hanno bisogno di ulteriore spessore.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Altrimenti succede come con il Maradona visto insieme a Pelè, un Diego Armando che non resiste e si veste da calciatore, per entrare e giocare in un mini-campo da gioco. Povero Diego, urge stilista ad hoc: non si può permettere al Pibe de Oro di fare una simile figura extra-size! Più largo che alto, Diego non può indossare le stesse magliette che indossano atleti in piena forma fisica, alti quasi 2 metri e pesanti 70 chilogrammi in tutto. No way. Il bisogno di stilisti sportivi è paritetico, e non risparmia nessuno, nemmeno i principi. Che dire infatti di Alberto di Monaco, fotografato, di profilo, con maglia sportiva super-fasciante, mentre gioca un’amichevole destinata a raccogliere fondi con una squadra Very VIP? Il corpo del principe sembra in preda a un gonfiaggio inconsapevole, e quasi pronto ad esplodere, improvvisamente. Anche per lui urge l’intervento di uno stilista che si occupi di minimizzare l’allargamento dei confini monegaschi, con eleganza e classe adeguati allo status. Più stilisti per tutti, dunque. Per evitare inguardabili magliette da gioco attillate costrette a fasciare e comprimere girovita in espansione, visivamente troppo tondeggianti.