Mercoledi 7 Dicembre

Pallavolo, Magri e Malagò in coro: “finalmente il volley azzurro ha una nuova casa”

LaPresse/Roberto Monaldo

Inaugurata oggi la nuova sede della Federazione italiana pallavolo, presenti Magri, Malagò e il premier Matteo Renzi

Si è tenuta oggi alla presenza del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Presidente del CONI Giovanni Malagò l’inaugurazione della nuova sede federale sita in via Vitorchiano 81-87. Alla cerimonia sono intervenute numerose autorità istituzionali, politiche e sportive nazionali e internazionali.

LaPresse/Roberto Monaldo

LaPresse/Roberto Monaldo

La giornata è cominciata con l’ufficialità del taglio del nastro effettuata dal presidente Magri, il Presidente Renzi e il Presidente Malagò “coadiuvati” nell’occasione da due leggende della pallavolo italiana come Lorenzo Bernardi e Andrea Lucchetta. Al taglio del nastro è seguita poi la benedizione di Monsignor Andreatta. Dopo aver effettuato una visita degli uffici federali, i tre protagonisti della giornata hanno preso posto sul palco allestito per la cerimonia. A prendere la parola per primo è stato il presidente federale Carlo Magri:sono estremamente felice, oggi la pallavolo ha una nuova casa dove in molti tutti giorni lavorano per lo sviluppo della nostra disciplina.

LaPresse/Roberto Monaldo

LaPresse/Roberto Monaldo

L’obiettivo è quello di continuare a regalare tante soddisfazioni ai nostri tifosi; questa location rappresenta per me motivo di grande orgoglio, la bellezza e la tecnologia della nuova sede andranno di pari passo con la funzionalità e il risparmio: da quest’anno infatti abbiamo una casa finalmente di proprietà che abbatterà notevolmente i nostri costi. Questa sede vuole essere la casa di tutti i rappresentanti del nostro movimento: dalle Nazionali alle piccole società di periferia”.  Il presidente del CONI Giovanni Malagò ha continuato: “questa sede è moderna e funzionale così come è la pallavolo per lo sport in generale. E’ una disciplina in cui il ruolo dei giovani è fondamentale, basta pensare alla Nazionale Femminile che si è qualificata alle Olimpiadi con una squadra promettente e piena di atlete molto giovani. Quello che rappresenta oggi questo sport è dovuto soprattutto al suo presidente e per questo non posso far altro che ringraziarlo. Voi tutti sapete che il mio obiettivo e sogno resta quello di vincere i Giochi con una delle Nazionali di pallavolo”.