Venerdi 9 Dicembre

NBA, lite LeBron-Green, James attacca: “sono un agonista ma Draymond ha esagerato”

LaPresse/Reuters

LeBron James attacca Draymond Green dopo la lite avvenuta sul parquet in seguito ad uno scambio di colpi non proprio “legali”

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Nuova serie, altra gara, di nuovo Draymond Green, ancora una polemica. Quest’anno il cestista dei Golden State Warriors non smette di far parlare di se e del suo comportamento in campo, per usare un eufemismo, un po’ fumantino. Se poi ti ritrovi davanti LeBron, altro personaggio che non si tira mai indietro quando c’è da essere competitivi, il gioco è fatto! Questa volta l’episodio incriminato risale al finale di gara-4 quando durante un contrasto, Green finisce al tappeto in seguito ad un colpo di LeBron che in seguito, tentando di scavalcarlo, lo calpesta. Green si alza di scatto e colpisce LeBron nelle parti basse, con un colpo sfuggito agli arbitri. Volano parole grosse che continuano anche dopo un doppio fallo chiamato ai due che si stavano “abbracciando” in maniera poco tenera, nel tentativo di recuperare un rimbalzo.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

LeBron alla fine della partita ha dichiarato: “Draymond ha esagerato, ha detto cose che non mi hanno fatto piacere. La competizioni, quando si limita al sano agonismo, mi sta bene: tuttavia, alcune parole uscite dalla bocca di Green sono state decisamente esagerate, soprattutto se rivolte a un uomo che si reputa orgoglioso e che ha tre figli.Alla domanda se secondo lui gli arbitri dovrebbero andare a riguardare il colpo basso del giocatore dei Warriors, LeBron ha risposto: “non è una mia decisione, toccherà alla lega decidere. Io sono un agonista, perciò amo giocare contro gente come Draymond, e per quanto mi riguarda sono il primo a voler lasciare le cose sul terreno di gioco, ma questa volta ha esagerato”. King James ha parlato, la palla passa adesso a Green.