Domenica 11 Dicembre

MotoGp – Uccio racconta Rossi parte seconda: “il finale dello scorso anno non ce lo dimenticheremo mai!”

LaPresse/Reuters

In una lunga intervista a Motorsport.com, Alessio Salucci racconta la sua amicizia con Valentino, svelando alcuni aneddoti della loro infanzia

Una vita all’ombra di Vale, una vita spesa tra box e paddock, una vita sempre di… corsa! Alessio Salucci, per tutti Uccio, non può che essere considerato l’alter ego di Valentino Rossi, un’amicizia forte e duratura che va avanti ormai da decenni, vissuti sempre assieme, sempre uno accanto all’altro.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Anche nei momenti più difficili della carriera del pilota pesarese, uno tra tutti il finale della scorsa stagione, caratterizzato dal litigio con Marc Marquez: “gli ho detto testuali parole ‘Questa cosa qua noi non ce la dimenticheremo mai’ commenta Uccio ai microfoni di Motorsport.com. “Non è una cosa che fra un mese ti passa, secondo me è una cosa che ci porteremo dietro per tutta la vita. Allora a Vale gli ho detto che dovremo conviverci con questa cosa qua. Non dovremo aspettare di dimenticarcela, dobbiamo solamente cercare di conviverci, di lasciarla da una parte, in una zona del cervello piccola senza farla troppo grande. Dimenticare non ci dimentichiamo, però guardiamo avanti. Non la digeriremo mai, però adesso noi facciamo quello che dobbiamo fare per vincere le gare. Poi io sono convinto che nella vita tu raccogli quello che semini e Vale raccoglierà quello che ha seminato, cioè ancora dei successi secondo me. Già a partire da quest’anno secondo me potremmo toglierci una bella soddisfazione – prosegue Uccio – siamo molto veloci ed abbiamo raccolto poco per quanto andiamo forte. Però il campionato è ancora lungo e io Vale lo vedo molto concentrato. Quando lui è così, sono “sereno” perché per me è un marziano!”.

MotoGp – Uccio racconta Rossi parte prima: “sono cresciuto a pane e moto, senza Vale venderei roba da mangiare”