Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Forcada volta le spalle a Lorenzo: che affondo nei confronti dello spagnolo

L’attuale capotecnico di Lorenzo in Yamaha non lo seguirà alla Ducati, scegliendo il team giapponese senza nemmeno pensarci

Pochi mesi ancora e per Jorge Lorenzo sarà tempo di abbandonare la Yamaha e trasferirsi in Ducati. La casa di Borgo Panigale attende con ansia il proprio campione, con la prospettiva di riportare in Italia il titolo mondiale.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Lo spagnolo, però, non potrà portare con sé il suo attuale staff che rimarrà nel box del team giapponese alle dipendenze di Maverick Viñales. A seguire il maiorchino sarà solo Juan Llansá e non Ramon Forcada, suo fidato capotecnico che ha deciso di rifiutare l’offerta della Ducati per rimanere in Yamaha. “Ducati ha preferito mantenere la sua base – commenta lo stesso Forcada ai microfoni del Mundo Deportivo – ma si era aperta a Jorge per trasferire dei tecnici. Ho ringraziato Jorge, ma ho deciso di rimanere qui senza nemmeno sapere chi arrivasse. Per comodità è più facile rimanere in Yamaha che andare alla Ducati, che è una moto singolare. Alla fine facciamo il nostro lavoro. Abbiamo una moto vincente e sappiamo di che cosa ha bisogno Maverick. Il suo stile è diverso, Jorge ha punti critici, come si muove in moto, Maverick non si lamenta molto se si muove. Ora dobbiamo essere in grado di capire ciò che è necessario per andare veloce”.