Venerdi 9 Dicembre

Moto Gp, Dall’Igna non ci sta: “cose antisportive, è sconcertante!”

Dall’Igna non le manda a dire: il team manager della Ducati contrario alla decisione della GP Commission di eliminare le alette dal 2017

Luigi Dall’Igna non ci sta: durante il week end di Assen, la Gp Commission ha deciso di eliminare le alette anche dalla Moto Gp. Una decisione che non piace per nulla alla Ducati: “cose antisportive che non mi piacciono”, ha dichiarato il general manager di Ducati Corse. “E la motivazione legata alla sicurezza non regge : i giapponesi avevano condiviso la nostra proposta poi si sono tirati indietro. Sconcertante”, ha aggiunto Dall’Igna.

dall'ignaA me piace la sportività e se vedo cose antisportive non sono felice. La motivazione è legata alla sicurezza, ma le ali non sono mai state un problema: abbiamo effettuato studi, anche con i fornitori di materiale tecnico, con certificazioni indipendenti. Avevamo fatto una proposta ragionata e ragionevole condivisa dai giapponesi, che poi si sono tirati indietro. Mi lascia sconcertato”, ha spiegato il manager Ducati come riportato su La Gazzetta dello Sport.

Per i giapponesi la Ducati ha sviluppato la moto con le ali e per questo pensano che abbiamo un vantaggio rispetto a loro che ci sono arrivati dopo. Mi aspetto che pure il becco montato dalla Honda sopra la presa d’aria sia considerato come un’ala”, ha concluso Dall’Igna.