Domenica 11 Dicembre

Moto 2 – Tragedia Salom, le lacrime del Dr Costa: “Luis ha già perdonato la sua moto”

Commoventi le parole del dottor Claudio Costa dopo la tragica morte di Salom durante le Fp2 della Moto 2 ieri al Montmelò

Giornata di lutto ieri per la Moto Gp e tutto il mondo dello sport. Durante la seconda sessione di libere della Moto 2 al Montmelò un terribile incidente ha tolto la vita al 24enne Luis Salom. Il giovane spagnolo dopo la caduta è stato immediatamente soccorso e portato in ospedale, ma non c’è stato niente da fare.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Salom è caduto, la sua moto ha sbattuto contro le barriere, precedendolo, e al suo arrivo, lo ha colpito. Una incredibile tragedia, a cui nessuno riesce ancora a credere e che ha scombussolato gli animi di tutti, dei cari di Salom, dei suoi amici, ma anche di tutti noi, che non lo conoscevamo personalmente, ma che lo vedevamo sfrecciare a bordo della sua moto ogni fine settimana.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Una tragedia che fa male, che ha colpito tutti, non solo gli sportivi e gli appassionati delle due ruote. Non ha potuto trattenere le lacrime il Dottor Claudio Costa, fondatore della “clinica mobile”: credo che nelle mie lacrime e in quelle accorate di chi ha commentato la morte del pilota spagnolo Luis Salom a Barcellona, come in quelle di tutti coloro che hanno pianto questo dolce ragazzo, sia racchiuso tutto il dolore di una umanità effimera, ma anche il significato e il senso di questo sport. 

Lapresse/EFE

Lapresse/EFE

Quando aiutavo questo pilota ferito a risalire sulla moto con il numero 39 mi sono accorto di quanto l’amasse. Lui e la moto, due anime che dialogavano e si amavano. Per questo oggi Luis, in una dimensione altra, dove non esistono errori e tradimenti, ha perdonato la moto che lo ha stretto in un abbraccio fatale. Luis, cercheremo di farlo anche tutti noi, ma quanto è difficile”, queste le sue commoventi parole.