Domenica 4 Dicembre

L’aereo Solar Impulse 2 è il primo velivolo solare che sta compiendo il giro del mondo [FOTO]

L’aereo Solar Impulse 2′ è l’aereo che di giorno sfrutta l’energia solare per ”ricaricarsi”, di notte scende a quote più basse per sfruttare l’elettricità accumulata.

Il Solar Impulse 2, aereo più grande e leggero del mondo, è costruito in fibra di carbonio, ha un’apertura alare di 72 metri (molto più ampia di quella del Boeing 747) e pesa 2300 kg.  L’aereo a energia solare di Solar Impulse è progettato per restare in volo giorno e notte senza carburante fossile e tutto ciò è possibile grazie alle eccezionali prestazioni aerodinamiche e all’efficienza energetica del velivolo (il triplo rispetto a quella di un aereo commerciale).

LaPresse

LaPresse

Frutto di un progetto dell’Università di Losanna (Svizzera) costato cento milioni di euro, il velivolo, che ha una velocità di crociera di 90-100 km/h, è dotato di quattro motori elettrici con potenza media di otto cavalli, alimentati da 17mila celle fotovoltaiche in silicio.

A lanciarsi nell’impresa pioneristica è stata un’équipe di tecnici e scienziati del Politecnico federale di Losanna (EPFL) capitanati dall’ingegnere aeronautico André Borschberg e dallo psichiatra vodese Bertrand Piccard.

Il velivolo monoposto è partito il 9 marzo del 2015 da Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) e dopo tappe in Oman, Birmania, Cina e Giappone e  Hawaii (quiì è stato costretto a una lunga sosta per gravi danni alle batterie solari) adesso Solar Impulse 2 è atterrato al JFK di New York ed è subito pronto per completare la missione. Questa è l’ultima tappa statunitense prima che il monoposto svizzero parta per la traversata transatlantica. Solar-Impulse-copertinaDestinazione finale sara’ Abu Dhabi, da dove il velivolo era decollato nel marzo 2015 dando il via alla missione per sensibilizzare il mondo sulle energie rinnovabili e che con questa avventura senza precedenti si vuole farsi promotore di un utilizzo più sostenibile delle risorse. Un impegno della Svizzera e della tecnologia a favore di uno sfruttamento sempre più «pulito» dell’energia e sullo sviluppo di nuovi progetti nel rispetto dell’ambiente che ci circonda.