Lunedi 5 Dicembre

La ‘strategia della tensione’: così Raiola spinge Pogba lontano dalla Juventus

LaPresse/Spada

Dopo aver svelato i primi approcci con il Real Madrid, Raiola torna a parlare del futuro di Pogba: che l’agente ‘spera’ sia lontano dalla Juventus

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Raiola-Pogba, strategia anti Juventus – Chi conosce Mino Raiola sa benissimo che nessuna frase, nessun pensiero, nessuna parola espressa davanti ad un microfono sia figlia dell’improvvisazione. Tutto rientra all’interno di una strategia ben precisa, un piano studiato a tavolino. Che per quanto riguarda il futuro di Pogba ha come obiettivo quello di portarlo via dalla Juventus. Nessun conflitto con il club bianconero, ma il tutto è legato a questioni strettamente personali. O, per meglio dire, economiche. Perché dall’eventuale addio di Pogba alla Juventus, Raiola guadagnerebbe da più fronti: commissione sul trasferimento, commissioni sul nuovo ingaggio del giocatore e soprattutto entrerebbe nelle sue casse il 20% della somma totale del trasferimento come da contratto. Che su una cifra che potrebbe aggirarsi sui 100 milioni significherebbero 20 milioni netti. Una cifra enorme.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Raiola-Pogba, strategia anti Juventus – Ecco allora che Raiola ha già messo in atto quella che potremmo definire la ‘strategia della tensione’: ieri le parole della stima verso Zidane e dei primi approcci con il Real Madrid, oggi ai microfoni di Premium Sport altre parole sempre relative alla cessione: “Pogba lascerà la Juventus? Paul deve crescere, adesso è della Juventus, quindi qualsiasi trasferimento deve passare prima dal club bianconero. Ho detto che gli piace Zidane, trova il Real Madrid affascinante così come il Barcellona, il Manchester United, il PSG, il City, il Chelsea e anche la Juventus. Lui ha sempre voglia di confrontarsi con qualsiasi realtà. Se ascolterei eventuali offerte di Inter e Milan per Pogba, se dovessero arrivare i cinesi? Perché no, il mio interesse è quello di rappresentare i miei giocatori il meglio possibile”. E su questo bisogna ammettere che Raiola il suo compito lo sa svolgere benissimo.