Mercoledi 7 Dicembre

Ibrahimovic gela il Milan e svela: “che lite con Zebina alla Juventus!”

LaPresse/Spada

Zlatan Ibrahimovic torna a parlare del suo futuro e chiude le porte al Milan. Poi svela un retroscena sulla lite con Zebina

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Desiderio della Serie A destinato a rimanere irrealizzato. E non certo per mancanza di corteggiatori… “Non si torna dove si è fatta la storia”. Firmato Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante attualmente svincolato e prossimo alla firma con il Manchester United di José Mourinho, chiude le porte ad un ritorno al Milan club per il quale non ha mai nascosto tutto il suo amore. “Tornare in Italia? Dico due cose, forse contraddittorie. La prima è che non si sa mai. La seconda è che non si torna mai dove si è fatta la storia. Considero l’Italia la mia seconda casa e il calcio italiano il più bello del mondo: c’è una passione infinita. Qualcosa che assomiglia al mio modo di intendere lo sport. E forse anche la vita”, ha dichiarato Ibrahimovic nel corso di un’intervista rilasciata a GQ.

Janerik Henriksson/TT Lapresse / TT NEWS AGENCY

Janerik Henriksson/TT Lapresse / TT NEWS AGENCY

Ibrahimovic svela poi un retroscena legato ai tempi della Juventus: “una volta ebbi un litigio, anche fisico, con Zebina, un mio compagno di squadra. Io lo colpii. Mi aspettavo un urlo di rimprovero. Invece Capello se ne rimase in silenzio e poi disse che quel gesto aveva fatto bene alla squadra. Lui voleva sempre il massimo di tensione e di adrenalina: perfetto per me. Mi sono lasciato male solo con Guardiola, per il resto sono rimasto amico con tutti gli allenatori”.