Sabato 10 Dicembre

Golf: Stenson aggancia Jaquelin al BMW International Open, Manassero in rimonta

LaPresse/PA

Bene Matteo Manassero al BMW International Open: l’azzurro in rimonta

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Il francese Raphael Jacquelin (133 – 65 68, -11) è stato agganciato dallo svedese Henrik Stenson (68 65), numero sette mondiale, e dal thailandese Kiradech Aphibarnrat (69 64) in vetta al BMW International Open, torneo dell’European Tour in svolgimento sul tracciato del Golf Club Gut Laerchenhof (par 72), a Pulheim in Germania.

Ha operato una bella rimonta Matteo Manassero, da 63° a 14° con 139 (72 67, -6), grazie a un parziale di 67 (-5), ed è risalito anche Francesco Laporta da 63° a 31° con 141 (72 69, -3), stesso score di Nino Bertasio (70 71) che ha fatto cinque passi indietro. Al 54° posto con 143 (73 70, -1) Edoardo Molinari e per la terza volta consecutiva out al taglio Renato Paratore, 133° con 150 (76 74, +6).

Il terzetto di testa è seguito dal danese Thorbjorn Olesen, quarto con 134 (-10), e dal sudafricano Zander Lombard, quinto con 135 (-9). In sesta posizione con 137 (-7) lo spagnolo Pablo Larrazabal, campione uscente, l’olandese Joost Luiten, il cileno Felipe Aguilar e il sudafricano Darren Fichardt e in decima con 138 (-6) l’austriaco Bernd Wiesberger

Si sono portati in alta classifica lo spagnolo Sergio Garcia e il sudafricano Jaco Van Zyl, 14.i come Manassero, e hanno perso terreno il thailandese Thongchai Jaidee, 23° con 140 (-4), l’indiano S.S.P. Chawrasia, 40° con 142 (-2), il danese Thomas Bjorn e il thailandese Prom Meesawat, che affiancano Molinari. Sono usciti al taglio l’inglese Danny Willett, 72° con 144 (par), numero nove al mondo, leader della money list e uno dei tre concorrenti su cui si accentravano i favori della vigilia, e il cinese Ashun Wu, 84° con 145 (+1).

Henrik Stenson ha realizzato sette birdie per il 65 (-7), ma ha fatto ancora meglio Kiradech Aphibarnrat con un eagle, sette birdie e un bogey per il 64 (-8), mentre Raphael Jacquelin si è difeso con un 68 (-4 con cinque birdie e un bogey.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Matteo Manassero ha attaccato decisamente sin dalla partenza e ha segnato cinque birdie in otto buche. Brusca frenata con due bogey alla 9ª e alla 12ª, e poi altri due birdie. Avvio dalla 10ª per Nino Bertasio, Francesco Laporta ed Edoardo Molinari. Il primo ha guadagnato tre colpi sul par in sei buche con un eagle, due birdie e un bogey, poi ne ha persi due con altrettanti bogey nel ritorno (71, -1). Laporta si è disimpegnato con quattro birdie e un bogey (69, -3). Ottime le prime dieci buche di Edoardo Molinari con quattro birdie, poi due bogey di fila hanno fatto 70 (-2) colpi. Ancora una giornata negativa per Renato Paratore autore di un 74 (+2) con quattro birdie e tre doppi bogey. Il montepremi è di 2.000.000 di euro.