Domenica 11 Dicembre

F1, Vettel salva la Ferrari da un’altra figuraccia: Seb svela il retroscena della chiamata ai box

LaPresse/Photo4

Nonostante la chiamata dai box dopo pochi giri, Vettel ha preferito rimanere in pista, evitando un’altra figuraccia come quella di Montreal

Quinta vittoria stagionale e primato ancora più saldo per Nico Rosberg, che si prende il Gp di Baku lanciando un chiaro segnale a Lewis Hamilton: nella lotta per il titolo, ci sarà da sudare fino all’ultima curva. Bene la Ferrari di Sebastian Vettel che, al termine di una prestazione perfetta e senza sbavature, taglia il traguardo al secondo posto davanti a Sergio Perez, vera e propria rivelazione di questo Mondiale.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Abbiamo fatto un ottimo lavoro – commenta il tedesco della Ferrari ai microfoni di Sky Sportabbiamo messo a segno dei buoni punti, il passo c’è e stiamo recuperando. Avrei scommesso sulla safety car, ma sono stati bravi tutti i piloti a guidare bene e a far sì che non entrasse. Non è una buon notizia per noi la velocità della Mercedes, ma la stagione è lunga e credo che stiano cambiando tante cose. Il nostro presidente spinge tantissimo, abbiamo tutti l’ambizione di tornare a vincere, siamo qui per lottare con la Mercedes ma noi vogliamo batterli e superarli. Siamo i loro primi sfidanti!”. Sulla scelta di rimanere in pista nonostante la chiamata dai box dopo pochi giri, Vettel rivela: “ho chiesto se avessi potuto rimanere fuori perchè avevo buone sensazioni con le gomme, Daniel faticava e continuava a slittare, andare ai box al quinto giro per poi faticare non credo sarebbe stata la giusta soluzione. Kimi è stato gentile a darmi la posizione, è stato un peccato non chiudere entrambi sul podio“.