Mercoledi 7 Dicembre

F1, Vettel risponde a tono ai giornalisti: “non sono d’accordo! Siamo un team forte!”

LaPresse/Photo4

Sebastian Vettel non teme le domande dei giornalisti: ecco come ha risposto alla conferenza stampa dei piloti

Un altro week end di emozionanti sfide sulle quattro ruote sta per iniziare. Si è infatti tenuta oggi la tradizionale conferenza stampa dei piloti del giovedì, a Baku, dove domenica si terrà il Gran Premio dell’Azerbaigian, che si prospetta mozzafiato grazie al suo circuito spettacolare.

I piloti hanno camminato oggi nelle strade del nuovo circuito, per conoscerlo dal vivo e non solo dai simulatori e dalle immagini.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Vettel, reduce dalla gara del Canada, rovinata da una strategia errata e da un incontro ravvicinato con due gabbiani, vuole nuovamente dimostrare di che pasta è fatta la sua Ferrari. Inevitabile parlare ancora dei due volatili che il ferrarista ha incontrato sulla sua strada a Montreal e della possibilità di incontrarne altri sulle rive del Mar Caspio: “credo che piuttosto che un mare sia un lago. L’ho letto prima che venissimo qui, il piu’ grande del mondo, e quindi non dovrei temere nessun gabbiano, ma se ce ne sara’ qualcuno speriamo non decideranno di sedersi davanti alla mia macchina“, ha scherzato Vettel in conferenza stampa.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Credo che gli aggiornamenti portati in Canada, soprattutto al turbo, abbiano fatto la differenza, ma soprattutto il fatto che è stato il primo weekend pulito rispetti a quelli precedenti in cui abbiamo pasticciato tra qualifiche e gara e non siamo riusciti a tirare fuori quello che esprime la macchina“, ha aggiunto il pilota tedesco.

Sabato abbiamo ottenuto il giusto posto in qualifica e domenica siamo partiti benissimo riuscendo poi a mettere sotto pressione Hamilton. Questo rimane il nostro obiettivo e vincere. E’ una pista dove anche l’anno scorso siamo stati competitivi e quindi e’ giusto dire che si addice alle nostre caratteristiche, ma credo che non le modifiche apportate alla macchina dovremmo esprimerci sullo stesso livello”., ha continuato il ferrarista.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Questa è una pista nuova ma sembra entusiasmante e non vedo l’ora di partire. Credo di guardare a quello che ci aspetta, sembra una pista entusiasmante con la curva 8 nella città antica, una curva cieca alla 11 poi le altre che seguono a velocità più alta. Dal punto di vista della sicurezza credo che abbiano fatto quello che potevano. Io sono piu’ contento di avere dei muri vicini piuttosto che delle vie di fuga con le gomme. Credo che sara’ emozionante“.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Infine Vettel risponde a tono a chi “insinua” che la Ferrari non sa più vincere: “non sono d’accordo. Io sono entrato in squadra l’anno scorso e credo che sia una squadra fortissima come mentalità fatta da gente responsabile, poi che si vinca o meno ogni giorno si possono scegliere centinaia di motivi se vinci o no. Ci sono persone molto competitive. Tutti vogliono vincere e questo aspetto mi rende fiducioso che prima o poi cominceremo a vincere. Questo è legato alla prestazione della macchina. Può aiutare avere una macchina veloce, ma le persone che ci lavorano sono tutte impegnate. Siamo un team forte ma possiamo diventare ancora più forti. C’è sempre da imparare, perchè non c’è nessuno che sa già tutto. Ci sono sempre cose da imparare come team e pilota. Noi dobbiamo imparare come guidare la macchina con le nuove regole“, ha concluso.