Sabato 3 Dicembre

F1, tra beffe e piccole soddisfazioni: quante emozioni per Vettel dopo le Qualifiche

LaPresse/Photo4

Prima il quarto posto nonostante lo stesso tempo con Ricciardo, poi la promozione al terzo per la penalizzazione a Perez: ecco il pensiero di Sebastian Vettel dopo le Qualifiche

Si comincia a fare sul serio a Baku, dove oggi entra nel vivo il week-end del Gp d’Europa, ottavo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Andate in archivio le tre sessioni di prove libere, dominate tutte da Lewis Hamilton, è il compagno di squadra Rosberg a conquistare la pole con un crono davvero pazzesco, utile a mettere in fila un sorprendente Sergio Perez e la Red Bull di Ricciardo.

Lapresse/Photo4

Lapresse/Photo4

Il messicano però partirà settimo per via della sostituzione del cambio in FP3, dando la possibilità a Vettel di partire in terza posizione, dopo aver subito la beffa di scattare dietro Ricciardo nonostante lo stesso tempo al millesimo dell’australiano. “Se fossi partito quarto sarei più arrabbiatole parole di Vettel riportate da Motorsport.com – la cosa positiva è che parto dal parto lato pulito della pista e magari in partenza può aiutare a fare bene. Vedremo, la gara sarà lunga e la partenza importante, ma conterà la posizione alla bandiera a scacchi e soprattutto arrivarci. Il rettilineo è lungo e si può sorpassare. Ma è sempre possibile farlo, in tutte le piste, anche a Montecarlo. Dipende solo da chi devi provare a superare e come vuoi farlo. Venerdì avevamo faticato un po’, forse perché la temperatura era più bassa del previsto, ma non cerchiamo scuse: le condizioni sono uguali per tutti e dobbiamo fare lo stesso del nostro meglio“.