Venerdi 9 Dicembre

F1 – Sprofondo rosso… Ferrari, Jock Clear rivela: “la Mercedes è più lontana di quanto ci aspettassimo”

LaPresse/Reuters

Il responsabile dei tecnici di pista della Ferrari, Jock Clear, ha elencato i problemi della scuderia di Maranello, uno su tutti il pesante gap dalla Mercedes

Un inizio di stagione complicato, reso ancora più difficile dal comportamento delle nuove gomme Pirelli, che mal si prestano ad una lettura approfondita delle proprie prestazioni. La Ferrari non riesce a trovare il bandolo della matassa, concentrando i propri sforzi su una questione che tutt’oggi rimane ancora parzialmente irrisolta.
LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

A spiegare i problemi della scuderia di Maranello ci ha pensato Jock Clear, responsabile dei tecnici di pista del Cavallino: “i pneumatici per noi restano un mistero, un buco nero – dice Clear ad Auto Motor und Sport -. Abbiamo mille sensori che ci permettono di conoscere ogni dettaglio di vettura, motore e trasmissione, ma per le gomme abbiamo praticamente nulla. Solo temperatura e pressione, ma in realtà c’è molto di più e questo rende difficile la loro gestione e comprensione. Non è una scienza esatta e un ruolo importante lo giocano la sensibilità del pilota e il lavoro dell’ingegnere. La distanza dalla Mercedes è più ampia di quanto ci aspettassimo, ma è minore della media della scorsa stagione e dell’ultimo GP del 2015: stiamo chiudendo il gap dal loro e siamo certi che le due curve prestazionali possano sovrapporsi in futuro. Resta da capire quando.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

La Mercedes con Rosberg ha vinto quattro gare di fila, ma Hamilton ha avuto vari problemi, mentre noi abbiamo avuto la velocità, ma commesso degli errori in qualifica, scontati poi in gara. A Barcellona siamo stati demoliti in qualifica – chiude Clear – ed è stata una brutta sorpresa per noi. La macchina era molto meglio di quanto abbia mostrato, ma non abbiamo capito il momento decisivo per ottenere il massimo dai pneumatici e in corsa avevamo la vettura più veloce, ma non siamo riusciti a passare la Red Bull“.