Mercoledi 7 Dicembre

F1, papà Verstappen esalta il figlio Max: “è il boss della sua monoposto”

LaPresse/Photo4

Oltre a papà Verstappen, anche Niki Lauda commenta la straordinaria prova di Max al Gp del Canada

Un quarto posto che profuma di podio, una prestazione esaltante che riporta di diritto Max Verstappen al centro della scena, dopo gli errori di Monte-Carlo che gli erano costati critiche e delusioni.

LaPresse

LaPresse

La strenua difesa su Rosberg ha esaltato il pubblico canadese, stupito dall’eleganza e dalla tenacia del pilota olandese che, seppur in difficoltà, ha costretto il leader del Mondiale ad accontentarsi della quinta posizione. Nelle prime tre gare disputate con la Red Bull, Max ha conquistato meno punti solo di Hamilton e Vettel, un piccolo capolavoro che non è passato inosservato nel paddock: “ha guidato come un veterano” sottolinea Niki Lauda, mentre papà Jos rincara la dose: “è il boss della sua monoposto, non si fa portare in giro, è lui a decidere cosa deve fare”. Quei giri con Rosberg, però, non sono stati una passeggiata per Verstappen che commenta così la battaglia con il tedesco della Mercedes: “gli ultimi dieci giri mi sono piaciuti, ma sono stati anche i più duri della mia carriera! Ormai occupavo da parecchio il quarto posto, e non volevo cedere la posizione. È stata una battaglia molto dura fino alla fine della corsa, il ritmo di Nico era molto forte, ma sono riuscito a mantenere la posizione e l’ultimo giro è stato…abbastanza spettacolare”.