Sabato 10 Dicembre

F1, al via la quarta edizione della Fia Sport Conference [FOTO]

LaPresse/Belen Sivori

A Torino è iniziata la quarta edizione della FIA Sport Conference. Presenti Todt (FIA), Damiani (ACI) che interverranno in vari temi che riguardano il mondo della velocità, passione del motorsport

Ha preso il via questa mattina al Lingotto di Torino, con la conferenza stampa di inaugurazione, la quarta edizione della Fia Sport Conference. Ad aprire ufficialmente i lavori sono stati Jean Todt, Presidente della Fia e Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’ACI, grazie al cui contributo questo importante appuntamento annuale si e’ potuto svolgere per la prima volta in Italia. Una tre giorni intensa che coinvolgerà circa 400 delegati provenienti da tutto il mondo, in rappresentanza di 100 Automobile Club e delle Federazioni sportive di 140 paesi, sul tema “Passione per la Velocità – come la storia può incidere sul futuro del motorsport“. Nel pomeriggio di oggi, oltre a Jean Todt e a Sticchi Damiani, interverranno, tra gli altri, il Presidente Coni Giovanni Malagò, l’AD di FCA Sergio Marchionne, il pilota della Ferrari Sebastien Vettel e molte altre figure di spicco del mondo della Formula 1 e del Rally. Nella giornata di mercoledì 22 la seconda sessione didattica verterà sulla “passione per l’eccellenza – innovazione e design: passato, presente e futuro”, con ospiti del calibro di Giorgetto Giugiaro e Paolo Pininfarina, sullo “sviluppo della sostenibilità economica ed ambientale delle strutture del motorsport ” e sull’ “abbattimento delle barriere – accessibilità’ e responsabilità’ sociale”. La giornata conclusiva del giovedì affronterà’ il tema del “catturare la passione – quale futuro per il motorsport”. Durante la conferenza stampa Jean Todt ha espresso la propria soddisfazione per il Gran Premio di Formula 1 di quest’anno dove, “c’e’ meno dominio di una sola casa automobilistica rispetto agli scorsi anni. Fa molto bene vedere squadre come la Force India, con meno mezzi rispetto ad altre squadre, poter ambire al terzo posto“. Per quanto riguarda il futuro del Gran Premio d’Italia, Angelo Sticchi Damiani ha mostrato estremo ottimismo “si tratta di una trattativa complessa con Ecclestone ma già a Montecarlo abbiamo trovato moltissimi punti di convergenza e siamo abbastanza vicini alla conclusione“. (ITALPRESS)