Venerdi 9 Dicembre

Euro2016 – L’analisi (disfattista) di Conte: le parole del Ct dell’Italia

LaPresse/Spada

Il ct della Nazionale Antonio Conte analizza il girone dell’Italia e il momento che sta attraversando il nostro calcio: parole che appaiono troppo disfattistiche

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Countdown iniziato, Euro2016 alle porte. Per l’Italia di Antonio Conte esordio previsto il 13 giugno contro il Belgio, prima gara di un girone tutt’altro che semplice. Ad analizzare le sfide che attendono l’Italia ci ha pensato il Ct della Nazionale Antonio Conte nel corso di una luna intervista rilasciata a Marca: “credo che sia il girone più duro di tutti: inizieremo con il Belgio: li affrontammo già in autunno e vinsero per 3-1 mostrando tutte le loro potenzialità e qualità. Svezia? hanno un giocatore come Ibrahimovic che è sempre in grado di fare la differenza. In difesa sono solidi ed organizzati dal punto di vista tattico. L‘Irlanda ha rubato dei punti alla Germania, questo fa capire quanto possano essere pericolosi. Amano giocare con palle lunghe, il classico stile inglese: della loro rosa mi piacciono molto Coleman, O’Shea e Long”.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Conte parla poi del ruolo che avrà la sua Italia a Euro2016:cominceremo a fari spenti, poi vedremo come procederà il nostro torneo. Non è un buon momento per il calcio italiano, i campioni preferiscono altri campionati come quello spagnolo e non è pi come qualche anno fa quando le squadre italiane dominavano in Europa. Mi piacerebbe avere a che fare con la costruzione di una squadra di giovani dalle belle speranze, storicamente l’Italia li ha sempre prodotti”.