Lunedi 5 Dicembre

Euro2016 – Lampo Nainggolan, Belgio in paradiso: Svezia eliminata

LaPresse/Reuters

Una rete di Radja Nainggolan stende la Svezia di Ibrahimovic e regala al Belgio il secondo posto nel girone e la qualificazione agli ottavi

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Svezia-Belgio, decide Nainggolan – Basta un lampo di Nainggolan per mandare il Belgio in paradiso. A Nizza, nell’ultima giornata del girone E di Euro2016, la nazionale di Wilmots batte 1-0 la Svezia e chiude al secondo posto il girone E, con gli stessi sei punti dell’Italia ma dietro in classifica per la sconfitta nello scontro diretto. Una posizione vantaggiosa, visto che negli ottavi gli azzurri dovranno affrontare la Spagna mentre il Belgio trovera’ l’Ungheria, sfida certo piu’ abbordabile in programma domenica 26 giugno alle ore 21 a Tolosa. Partita vivace nei primi minuti a Nizza, anche se l’illusione dura poco. Il Belgio, schierato col classico 4-2-3-1 e la coppia Nainggolan-Witsel davanti alla difesa, prova ad aggredire la Svezia e arriva due volte alla conclusione in sei minuti, prima con il centrocampista dello Zenit San Pietroburgo, poi con Lukaku il cui sinistro sfiora il palo complice anche una deviazione.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Svezia-Belgio, decide Nainggolan – L’occasione più grande in avvio, pero’, capita sui piedi dello svedese Berg, con Courtois pronto a respingere il suo destro al 5′. Svanita la frenesia iniziale, la partita diventa equilibrata: la Svezia deve vincere ma non vuole scoprirsi, il Belgio non vuole perdere e attacca con giudizio. Tanto giudizio da non creare piu’ nulla fino al 45′, quando Verthongen sfiora il palo con una deviazione aerea sul preciso cross di Hazard dalla sinistra, la fascia migliore della squadra di Wilmots. Nel mezzo del primo tempo ci sono un paio di buone giocate svedesi, soprattutto al 26′ quando Ibrahimovic una discreta occasione al 26′, ma il suo destro dai venti metri e’ impreciso. L’equilibrio persiste anche nella prima parte della ripresa, con gli stessi ventidue giocatori in campo: la Svezia non sa veramente far male davanti, al Belgio in fondo basta un pareggio per assicurarsi il secondo posto nel girone e un cammino in discesa sino alla finale.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Svezia-Belgio, decide Nainggolan – Ibrahimovic prova a inventare qualcosa, ma Berg non e’ un compagno d’attacco all’altezza, tanto che al 18′ della ripresa Hamren lo tira fuori per inserire il giovane Guidetti. La Svezia comincia a scoprirsi per cercare il gol qualificazione, De Bruyne e soprattutto Lukaku spaventano ma non superano l’attento Isaksson. Constatata ancora una volta l’incosistenza dei compagni di squadra, Ibrahimovic prova a mettersi in proprio, guadagnando qualche fallo al limite dell’area e soprattutto impegnando Courtois con una punizione alla mezz’ora. Ma a segnare e’ il centrocampista della Roma Radja Naiggolan al minuto 84, un destro da fuori area imparabile per Isaksson. Il Belgio avrebbe anche l’occasione per raddoppiare con il nuovo entrato Benteke, ma a Wilmots basta cosi’: la sconfitta al debutto contro l’Italia e’ dimenticata, il cammino verso la finale in discesa, mentre la Svezia saluta l’Europeo e il suo campione Zlatan Ibrahimovic, alla sua ultima apparizione in nazionale. (ITALPRESS).