Lunedi 5 Dicembre

Euro2016 – La guerra, l’orgoglio, il miracolo De Biasi: Albania, debutto nella storia

LaPresse/Reuters

Questo pomeriggio ci sarà l’esordio assoluto dell’Albania contro la Svizzera a Euro2016: il miracolo di De Biasi oggi è realtà

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Albania, il miracolo De Biasi – I miracoli nel calcio esistono. Uno, bellissimo, lo ha scritto Gianni De Biasi. Italiano, ex tra le altre di Modena e Torino, che per tornare a fare calcio è volato in Albania. Qui la passione per il calcio non conosce davvero confini: il culto per i campioni della Serie A, Juventus, Milan e Inter le squadre più tifate. Lo sport come valvola di evasione per ‘fuggire’ almeno con il pensiero, almeno qualche ora, dai problemi della vita e dimenticare i segni della guerra che circondano le giornate di grandi e piccini.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Albania, il miracolo De Biasi – Il calcio che unisce. Perché oggi pomeriggio, all’esordio assoluto della Nazionale albanese all’Europeo assisterà tutto il mondo: orgoglio Nazionale forte come non mai, un popolo intero unito a tifare per Xhaha e compagni. Già, Xhaha. Fratelli contro: uno oggi giocherà nell’Albania, l’altro nella Svizzera. Strano, ma non unico caso. La fuga dal terrore della guerra ha portato anche a questo. Storie tristi, che oggi nessuno vuole almeno per 90’ ricordare.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Albania, il miracolo De Biasi – Gli occhi e la mente (ed i televisori) saranno tutti sintonizzati in campo, Albania-Svizzera, Euro2016. Impensabile ma vero. Un sogno divenuto realtà grazie a Gianni De Biasi, un italiano volato in Albania, rotta inversa rispetto alla maggior parte delle persone. Un viaggio che ha riscritto la storia di un popolo. Il frutto del miracolo De Biasi.