Domenica 11 Dicembre

Euro2016 – Italia, Tavecchio alza la voce: “non siamo solo gente che canta e balla”

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Il Presidente della FIGC Carlo Tavecchio esalta l’Italia e Antonio Conte prima di alzare la voce: “non siamo gente che balla e canta soltanto”

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Italia, orgoglio Tavecchio –Ora ci troveremo davanti la squadra campione del mondo, reduce da una vittoria importante. Conte studierà la tattica per fare il possibile, sperando di recuperare gli acciaccati. Ci presenteremo col solito piglio e la solita voglia. La Germania pure penserà molto a noi, non solo noi a loro. Avranno visto l’Italia ieri: abbiamo bloccato il tiki-taka spagnolo. Eravamo forti del nostro gioco“. Cosi’ il presidente della Federcalcio italiana, Carlo Tavecchio, all’indomani della vittoria dell’Italia contro la Spagna a Euro2016, ai microfoni di Radio Anch’io Sport, su RadioRai.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Italia, orgoglio Tavecchio –  “E’ stata una serata magnifica, che corona un percorso iniziato un paio d’anni fa. L’indicazione del commissario tecnico è stata quanto mai importante. Abbiamo individuato una persona che voleva dimostrare che la Nazionale è sempre nel cuore degli italiani. Ora la nostra squadra sta diventando un emblema di unità. Conte con tenacia e sacrificio ha creato qualcosa di nuovo: una squadra che non gioca più all’italiana e vince“, ha spiegato ancora Tavecchio. “In Italia nei momenti difficili emergono le risorse, che sono infinite. E il calcio ha una capacita’ di aggregazione incredibile. Il campionato italiano e il calcio italiano non deve vituperato. Abbiamo senso di patria e di orgoglio molto grande e abbiamo costruito tanto col lavoro e con serietà. E ora di finirla di definire italiani solo come gente che canta e balla“, ha concluso il numero uno della Figc.