Martedi 6 Dicembre

Euro2016 – Buffon raggiante: “sono orgoglioso di questa Italia”

LaPresse/Spada

Entusiasmo e felicità per Gigi Buffon dopo la grandissima vittoria dell’Italia sulla Spagna

Giorgio Chiellini l’ha definito un “Santo” che ha risolto i problemi dietro alla difesa, con tre decisive parate, quando è stato necessario nel quarto d’ora finale di Italia, Spagna, quando gli iberici hanno tentato il tutto per tutto per riaprire il match. “Siamo lì per questo. Visto che rappresentiamo l’Italia e un’espressione, quella dei portieri che ha da noi una tradizione importante.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

E per meritare di essere lì bisogna fare qualcosa di speciale” spiega Gigi Buffon ai microfoni di Sky Sport. “Nel primo tempo incitavo i miei compagni ad aver fiducia, perchè stavano facendo una gran bella gara, con un vantaggio di 1-0 che ci stava stretto. Sapevamo che nel secondo tempo qualcosa sarebbe cambiata, che l’inerzia della partita poteva passare a favore loro, ed è stato così. Ma noi non ci siamo solo fermati a difendere, ma abbiamo creato quelle due-tre occasioni per chiudere la gara prima di quella sfruttata nel finale“. Buffon che così come alcuni dei suoi compagni di squadra si è un po’ rifatto delle brutte sconfitte subite dagli iberici. “Dopo tanti anni di non vittorie e una sconfitta cocente con la Spagna, un pochino ci siamo rifatti. Dispiace che sia solo un ottavo di finale, ma è sempre meglio che nulla.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Noi dobbiamo sempre cercare di arrivare ad un obiettivo la cui strada è veramente tortuosa, e gli avversari che andremo ad incontrare saranno difficilissimi” afferma il portierone azzurro. “Non possiamo ancora dire di aver fatto qualcosa perchè siamo solo ai quarti di finale – aggiunge – . Non dimentico i pensieri di tutti, molto diversi da quelli che vengono palesati giustamente adesso. Anche le vostre critiche erano corrette e stava solo a noi, con il lavoro in campo, dimostrare invece che eravamo stati sottovalutati e l’abbiamo fatto, e sono orgoglioso di questo. Ma sappiamo che tra cinque giorni avremo una partita altrettanto difficile“. (ITALPRESS).