Sabato 10 Dicembre

Euro 2016 – Tra Polonia e Germania vince la noia, poche emozioni a Saint-Denis

LaPresse/Spada

La Polonia va vicina al gol con Milik per ben due volte, la Germania invece non riesce a rendersi pericolosa: a Saint-Denis finisce 0-0

Poche emozioni, tanti sbadigli, nessun gol: è questo il riassunto di Germania-Polonia, secondo match del gruppo D di Euro 2016. Sfida equilibrata e tatticamente ben giocata dalle due formazioni che, tuttavia, non riescono a trovare gli spazi giusti per impensierire due difese apparse perfette e molto concentrate.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Il primo tempo scivola via senza regalare alcuna occasione da rete, anzi addirittura la Germania chiude la prima frazione di gioco con un poco invidiabile record di zero tiri verso lo specchio della porta di Fabianski, un dato che non si registrava dagli Europei dell’88. La ripresa si apre con la colossale palla gol sciupata da Milik che, a pochi passi da Neuer, manca il colpo di testa decisivo. La Germania prova a spingersi in avanti alla ricerca del vantaggio, ma è ancora la Polonia a sprecare una ghiotta occasione con il solito Milik, che questa volta liscia di sinistro un invitante assist di Jodlowiec. Nel finale sale il pressing dei tedeschi, ma l’unico brivido per Fabianski è un tiro di Kroos che si perde alto sulla traversa.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Finisce con un pari senza reti che esalta la Polonia e delude la Germania che avrebbe voluto, già da stasera, staccare il pass per gli ottavi. Il primo verdetto della fase a gironi, però, è sancito, l’Ucraina infatti abbandona la competizione non potendo più aspirare nemmeno al terzo posto, dal momento che la sconfitta odierna contro l’Irlanda del Nord gli sbarra la strada anche verso il terzo posto. Avventura da dimenticare per gli uomini di Fomenko che non avrebbero mai pensato di alzare bandiera bianca così repentinamente.