Venerdi 9 Dicembre

Euro 2016 – Low attacca l’Italia: Germania, quando la storia non insegna…

LaPresse/Jonathan Moscrop

Il Ct della Germania Joachim Low ‘attacca’ l’Italia: la Nazionale azzurra non fa paura, almeno a parole. Perché a rileggere la storia…

 LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Italia-Germania, duello infinito – “Azzurri favoriti? E’ troppo presto per dare giudizi. Ma l’Italia ha iniziato bene. Nel 2006 cominciò male e diventò campione del mondo. Quindi ho molte speranze”. La storia non insegna se non si vuole proprio apprendere. O, forse, alla Germania conviene guardare avanti e far finta di nulla, perché a spulciare i precedenti contro gli azzurri… Unica chiave di lettura alle parole rilasciate da Joachim Löw, CT tedesco, alla Gazzetta dello Sport, potrebbe proprio essere questa: parole da ‘sbruffone’, atteggiamento spavaldo, il tutto per provare ad esorcizzare l’incubo tricolore che da sempre turba le notti della Germania del pallone. Che sia club o Nazionale, cambia poco, risultato (quasi) sempre lo stesso. Trionfo azzurro.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Italia-Germania, nuova polemica – Una tradizione così consolidata da riuscire a ‘risvegliare’ anche Mario Balotelli: era l’Europeo del 2012, semifinale. Gli ‘ultimi’ squilli di una carriera poi buttata via di SuperMario condannò per l’ennessima volta la Germania. “Anche due anni fa leggevo le stesse critiche da parte di qualcuno. Poi – le altre parole di Low alla Gazzetta dello Sport – abbiamo vinto la coppa e siamo diventati di colpo la squadra con tanti leader. I giocatori hanno carattere e personalità, mi vengono a chiedere delle scelte, propongono soluzioni, sono critici. Con la tensione non si fa strada nei tornei”. E nemmeno ignorando la storia, specialmente quella azzurra…