Giovedi 8 Dicembre

Euro 2016, le lacrime di Payet e quei brividi che ci regalano la vera essenza dello sport

Euro 2016, Payet segna il gol decisivo per la Francia all’esordio e scoppia in lacrime prima in campo e poi in panchina: un’immagine commovente che ci regala uno scorcio d’altri tempi, è questo il calcio che vogliamo

Chi l’ha detto che il calcio non può più regalare emozioni primordiali, da vera essenza dello sport? In un sistema che sembra sempre più condizionato dal Dio denaro, ad un certo punto arriva Dimitri Payet, 29 anni, francese, che all’esordio di Euro 2016 segna un gol straordinario che nel finale regala alla Francia una vittoria importantissima per la classifica del girone.

payet lacrime (3)Payet segna, esulta, scoppia in lacrime e poi continua a piangere anche in panchina dopo la standing-ovation tributatagli dal pubblico dello Stade de France. Quella di Payet è una storia fantastica: è nato nel cuore dell’oceano indiano, sull’isola di Riunione, che è un dipartimento francese. Già da bambino giocava nei club dell’isola, poi a 12 anni si trasferisce nel settore giovanile del Le Havre, tra i più preparati a lanciare i giovani talenti. Da professionista inizia con il Nantes e trova l’esordio in Ligue 1 nel 2005 ad appena 18 anni, poi in carriera gioca sempre in Francia, 9 campionati consecutivi in Ligue 1 prima col Nantes (2), poi con il Saint-Étienne (4), poi con il Lilla (2), poi con l’O. Marsiglia (2), sempre da titolare fisso. In tutto 305 presenze (solo in campionato) per la bellezza di 57 reti.

payet lacrime (1)Poi nell’estate 2015, esattamente un anno fa, per la prima volta varca i confini nazionali e si trasferisce in Inghilterra: gioca in Premier e prende per mano il West Ham, 9 reti in 30 presenze in campionato, 12 reti in 38 partite considerando le coppe. E’ la sua stagione migliore, e anche con la maglia della nazionale inizia a segnare a raffica. Il 7 giugno nell’amichevole persa 3-4 contro il Belgio a Saint-Denis realizza il suo primo gol con la maglia della Francia, poi due reti consecutive in Francia-Russia 4-2 del 29 marzo di quest’anno e in Francia-Camerun 3-2 del 30 maggio. Un anno fa non aveva ancora segnato con la Francia, adesso è a quota 4 e ha realizzato 3 gol nelle ultime 4 partite con la Nazionale, di cui è un vero e proprio leader.

Il suo percorso è certamente ancora lungo, ma quelle lacrime sanno di consacrazione. Payet è esploso. L’aveva sempre promesso. Adesso finalmente ce lo possiamo godere.