Venerdi 2 Dicembre

Euro 2016 – Italia, per Conte gioia a metà: “troppo ansiosi”

Foto LaPresse - Fabio Ferrari 17/06/2016 Tolosa ( Francia ) Spo, Calcio Europei 2016 - Italia - Svezia - Stade de Toulouse, Tolosa - Fase a gironi - Gruppo E Nella foto: Antonio Conte ( Italy ) Photo LaPresse - Fabio Ferrari 17/06/2016 Toulouse ( France ) Spo, Soccer Europei 2016 - Italy - Sweden - Stade de Toulouse, Toulose - Group Stage - Group E In the pic: Antonio Conte ( Italy )

Nonostante il successo sulla Svezia e la qualificazioe agli ottavi di Euro 2016, Antonio Conte non è del tutto soddisfatto della prova della sua Italia

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

E’ stata una partita difficile, una partita dura. Sicuramente nel primo tempo abbiamo fatto più fatica: loro erano bravi a chiudere tutti gli spazi e arrivavano sempre prima di noi sulla palla. Noi comunque non abbiamo mai concesso niente sia nella prima frazione che nella ripresa. Poi tutte le vere occasioni le abbiamo avute noi: abbiamo preso una traversa, abbiamo fatto il gol e potevamo anche raddoppiare“. Così, ai microfoni di RaiSport, al termine di Italia-Svezia, l’allenatore degli azzurri, Antonio Conte. “Chi pensava che già dopo due gare saremmo stati agli ottavi di finale? Noi l’abbiamo fatto e questo ci rende orgogliosi. Ho visto però un pò troppa ansia: abbiamo sbagliato un pò troppi tocchi. Il passato non si può dimenticare e la delusione di due anni fa brucia ancora, ha aggiunto Conte.

 LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

E’ bello vincere e lavoriamo anche per questo, anche duramente. Abbiamo vinto una partita tosta sotto tutti i punti di vista, contro una squadra molto fisica, alle 3 del pomeriggio, su un campo asciutto dove il pallone non viaggiava tanto – continua Conte ai microfoni di Sky Sport – Nel primo tempo loro sono stati bravi a chiuderci gli spazi e noi meno bravi nel fare le scelte giuste in attacco, ma siamo stati sul pezzo, non abbiamo concesso niente alla Svezia. Nel secondo tempo potevamo sfruttare meglio certe situazioni, abbiamo preso una traversa e poi è arrivato il gol. Sono contento, era la seconda partita in 4 giorni, ho visto un pò di nervosismo nel primo tempo, un pò d’ansia da parte di qualcuno che poteva portarsi qualche brutto ricordo ma stiamo vivendo un sogno, nessuno si immaginava la nostra qualificazione diretta agli ottavi dopo due partite. Ci siamo e sono contento per i ragazzi, se lo meritano per quello che fanno, per quello che ci mettono, sono bravi anche a soffrire“.

 LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Per quanto riguarda il prosieguo del torneo, “penso che dobbiamo stare molto sereni e guardare il campo, dobbiamo recuperare le energie perchè ne abbiamo spese tante e nella terza partita avremo la possibilità di dare spazio ad altri ragazzi che meritano di giocare. Ho dei ragazzi encomiabili a livello di disponibilità e sacrificio, dobbiamo metterci in testa che dobbiamo arrivare dove meritiamo, senza avere recriminazioni da fare alla fine del torneo. Non so se saranno gli ottavi, i quarti, la semifinale o la finale, qualunque cosa accada è importante che sia quella meritata, l’obiettivo è arrivare dove meritiamo, senza se e senza ma. Cerchiamo di impegnarci e dare del nostro meglio. Credo che il tifoso italiano sia contento almeno della voglia che ci mettono questi ragazzi, siamo orgogliosi tutti“. (ITALPRESS).