Sabato 10 Dicembre

Euro 2016, infortunio Rosicky: l’esperto spiega cos’è successo al centrocampista ceco

LaPresse/Jon Buckle

Il dottor Emanuele Condò ha spiegato in esclusiva a Sportfair l’entità dell’infortunio del centrocampista della Repubblica Ceca, Thomas Rosicky

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Dopo la sconfitta per 2-0 contro la Turchia, la Repubblica Ceca è stata costretta ad abbandonare Euro 2016. Nella partita più importante del girone, l’ultima sfida, quella che avrebbe potuto almeno alimentare le speranze dei cechi per rientrare fra le migliori terze, la squadra di Vrba è crollata anche a causa dell’assenza del suo giocatore più esperto: il centrocampista Thomas Rosicky, vittima di una rottura parziale del muscolo della coscia nella partita contro la Croazia.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il dottor Emanuele Condò, spiega in esclusiva ai microfoni di Sportfair l’entità dell’infortunio del giocatore: “la rottura parziale del muscolo o lesione muscolare di secondo grado è la forma di media gravità delle lesioni muscolari dove si ha l’interruzione di un certo numero di fibre. Il dolore è acuto, compare durante una violenta contrazione del muscolo ed è accompagnata da una più o meno accentuata limitazione funzionale. La caratteristica del dolore è quella di acutizzarsi con lo stiramento passivo del muscolo e con la contrazione attiva.

Stando alle parole del dottor Condò, i tempi di recupero del giocatore non gli avrebbero permesso di continuare il torneo anche in caso di passaggio del turno:la terapia si basa sul riposo 20-40 giorni e per velocizzare il processo riparativo delle fibre muscolari l’utilizzo di tecarterapia, ipertermia, onde d’urto e kinesio taping ed un’accurata rieducazione funzionale prima della ripresa agonistica.