Mercoledi 7 Dicembre

Euro 2016 – Infortunio Candreva, Italia preoccupata: dettagli e tempi di recupero

LaPresse/Spada

Infortunio Candreva: ecco il parere medico sul problema all’adduttore che blocca l’esterno d’attacco dell’Italia

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Infortunio Candreva, l’esterno non ci sarà con la Germania – In casa Italia non si parla d’altro nei giorni precedenti al match con la Germania: “infortunio Candreva” è il binomio che tiene banco nel ritiro della Nazionale. C’è grande preoccupazione per l’assenza dell’esterno offensivo degli azzurri, fermo ai box per una lesione all’adduttore lungo. Data per certa l’assenza contro la Spagna, Candreva sembrava poter recuperare per il match contro la Germania ma lo staff medico azzurro ha fatto sapere che il giocatore della Lazio non ci sarà.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Infortunio Candreva, il parere medico – Intervistato ai microfoni di Sportfair, il noto osteopata di Reggio Calabria Emanuele Condò, ha spiegato nel dettaglio in cosa consiste l’infortunio di Candreva: “nella lesione di primo/secondo grado dell’adduttore lungo vengono danneggiate alcune fibre muscolari del compartimento interno dellla coscia. Il dolore è acuto e compare durante una violenta contrazione del muscolo, la sua caratteristica è quella di accentuarsi con la contrazione attiva e con lo stiramento passivo del muscolo“. Per quanto riguarda i tempi di recupero il dottor Condò è stato costretto a confermare l’assenza dell’ala della Nazionale nei quarti con la Germania: “la terapia si basa sul riposo 15/25 giorni. Per velocizzare i tempi di recupero è previsto l’utilizzo di tecarterapia, ipertermia, Kinesio taping, onde d’urto, ed una mirata rieducazione funzionale prima della ripresa dell’attività sportiva“. Sperando quindi in un recupero lampo di soli 15 giorni, Candreva sarebbe recuperabile solo per un eventuale semifinale.

LaPresse/XinHua

LaPresse/XinHua

Infortunio Candreva, cosa cambia negli azzurri – Preso atto dell’assenza per infortunio di Candreva, Antonio Conte affronterà la Germania affidandosi alla corsa e alla grinta di Alessandro Florenzi, con la speranza di ripetere la stessa prestazione di sostanza vista contro la Spagna, con davanti questa volta un Julian Draxler in forma strepitosa.