Giovedi 8 Dicembre

Euro 2016 – Credono negli elfi e finiscono tutti in “sson”: l’Islanda che ha fermato Ronaldo

LaPresse/Xinhua

L’Islanda ha fatto ieri il suo debutto a Euro 2016 fermando il Portogallo di Ronaldo: scopriamo insieme qualche curiosità su Bjarnason e compagni

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Come una cenerentola vestita di bianco, l‘Islanda ieri notte ha fatto l’esordio al gran ballo di Euro 2016, primo Europeo della sua storia. Giusto il tempo di scendere in campo e i vestiti eleganti sono volati via: gli islandesi hanno messo le armature e con la loro barba che ricorda tanto i guerrieri Vichinghi hanno dato battaglia per 90′ minuti ai portoghesi, strappando un meritato 1-1.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Ma chi sono questi islandesi? I ragazzi di Lagaerback vengono dall’estremo Nord Europa, da un’isola, l’Islanda, che con i suoi circa 332.000 abitanti, rappresenta il paese europeo meno popolato, tant’è che in Francia per Euro 2016, è attualmente presente come tifoseria, circa il 15% degli islandesi!

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

In molti saranno entrati in confusione ieri durante la telecronaca della partita a causa dei cognomi quasi uguali: Sigurdsson, Halldorsson, Bjarnason, Gudmundsson, Sightorsson. La particolarità dei cognomi islandesi deriva dall’uso del patronimico (il nome del padre al genitivo) unito ai suffissi: “son” per i figli e “dottìr” per le figlie. Quindi ad esempio il capitano Gunnarsson sarà figlio di Gunnar: Gunnar + son. Usanza che mantiene ben salda la tradizione e permette agli islandesi di ricostruire per centinaia di anni il loro albero genealogico.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Un’ ultima curiosità: secondo un sondaggio a  tema del 2007, il 56% degli islandesi crede nell’esistenza degli elfi ritenuta possibile dal 32%, probabile dal 16% e certa dall’8% della popolazione! Fra credenze e tradizione l’Islanda avanza nella foresta incantata di Euro 2016 senza aver paura di eventuali creature magiche: la prima, Ronaldo, l’ha già incontrata e sappiamo tutti com’è andata a finire!