Domenica 4 Dicembre

Copa America – Uruguay, sconfitta ed eliminazione: ira Suarez in panchina

LaPresse/EFE

L’Uruguay di Tabarez sconfitto dal Venezuela ed eliminato dalla Copa America: rabbia Suarez in panchina. Messico ai quarti della competizione

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Copa America, delusione Uruguay – La Coppa America dell’Uruguay è già finita. Dopo la sconfitta all’esordio col Messico, la Celeste cede anche al Venezuela e con zero punti in due gare dice addio al torneo: ai quarti passano El Tri e la Vinotinto. Il dramma dell’undici di Tabarez si consuma al Lincoln Field di Philadelphia dove è il Venezuela a fare da subito la partita, mettendo in difficoltà un Uruguay che però in qualche modo riesce a difendersi. La gara si decide al 36′: Guerra tenta di sorprendere Muslera con un pallonetto da centrocampo, l’ex portiere della Lazio smanaccia in qualche modo deviando la palla sulla traversa ma sul ‘rimbalzo’ si avventa Rondon che da due passi non può fallire.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Copa America, delusione Uruguay – Nella ripresa la Celeste prova a rimettersi in corsa ma l’ex Bologna Ramirez non trova la porta mentre qualche minuto dopo Stuani spara alto da buona posizione sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nemmeno la soluzione da lontano fornisce gli effetti sperati e Muslera ci deve mettere una pezza sulle ripartenze dei venezuelani. A bordo campo scalpita Luis Suarez, al quale viene però negato l’ingresso in campo dallo staff di Tabarez: l’attaccante del Barcellona, che ha cercato di recuperare a tempo di record da una lesione muscolare alla coscia destra, si sfoga sferrando un pugno contro la panchina. A un minuto dalla fine forse la chance migliore per l’Uruguay ma Cavani manda incredibilmente a lato all’altezza del dischetto. In pieno recupero, sull’ultimo assalto della Celeste e Muslera nell’area avversaria, il Venezuela sfiora il 2-0 con Otero che prova l’imbucata dalla trequarti ma per un soffio non inquadra la porta sguarnita.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Copa America, delusione Uruguay –Sono sorpreso – ammette Tabarezla maggior parte dei miei calciatori non ha fatto una buona partita. L’Uruguay visto oggi è lontanissimo dall’Uruguay che abbiamo visto giocare fino a poco tempo fa“. Esulta la Vinotinto che nell’ultima giornata del girone C, il 13 a Houston, si giocherà il primo posto col Messico, l’altra squadra a punteggio pieno dopo il 2-0 alla Giamaica. A Pasadena sono i Reggae Boyz a partire forte, col diagonale di Donaldson che non trova la porta di un soffio. Ma al 18′ El Tri passa: cross di Corona e stacco vincente del Chicharito Hernandez. La Giamaica ha la chance per pareggiare ma prima Corona salva sulla conclusione a botta sicura di McCleary, poi Ochoa è provvidenziale su Hector. Nella ripresa Messico vicino al raddoppio ancora con Hernandez, che non trova la deviazione sotto porta per un niente, poi un errore di Araujo spiana la strada a Donaldson ma anche stavolta l’attaccante di Schafer sbaglia mira. E a nove minuti dal termine El Tri la chiude: Lozano scappa sulla sinistra e mette in mezzo, Herrera controlla male ma sul pallone arriva Peralta che incrocia benissimo per il definitivo 2-0. Nel finale ancora Giamaica ma Ochoa si oppone alla sventola da fuori di Hector. (ITALPRESS).

Le gare della notte di Copa America

Uruguay-Venezuela: 0-1

Messico-Giamaica: 2-0