Sabato 10 Dicembre

Città amara: un libro per chi ama il pugilato

Un classico da non perdere, datato 1969, per chi ama il vero pugilato

Città amara, libro scritto da Leonard Gardner, esce nel 1969, ed è uno di quei libri che chi ama il pugilato non può non aver letto. Città amara è un classico. O, almeno, uno dei classici. E da questo libro, 3 anni dopo la sua uscita, venne tratto anche il film, diretto da un regista coi fiocchi, uno bravo a raccontare le storie vere: John Houston.

città amara1Film e libro, entrambi di culto. È la storia di due pugili. E di amori. Persi e ritrovati. Città amara è anche la storia del sogno americano vista dall’altra faccia della medaglia, quella perdente, quella povera, quella che, appunto, sogna. È proprio al sogno di fama e ricchezza che mirano Ernie Munger, un giovane pugile di poche speranze, e Billy Tully, pugile trentenne a fine carriera, deluso, provato, stremato. Attorno ai due pugili e alle loro vite, regna l’America di provincia, quella proletaria, quella nascosta agli occhi dei più. Leonard Gardner, con uno stile asciutto, ci racconta, semplicemente, la quotidianeità di due pugili, in America. E lo fa come nessun altro è capace di fare. E scrivere.