Venerdi 2 Dicembre

Cessione Milan, le (tristi) verità di Shevchenko: “ecco cosa è successo in questi anni”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Cessione Milan che fa registrare il parere illustre di Andriy Shevchenko: l’ex attaccante del Milan punta il dito contro i dissidi all’interno della società

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Cessione Milan, le verità di Shevchenko – Il suo nome fa tornare alla mente dei tifosi rossoneri dolci ricordi ed emozioni. Dal rigore di Manchester alla rete Scudetto contro la Roma, nel mezzo gol, gol e ancora gol: Andriy Shevchenko è stato per anni il simbolo di un Milan bello e vincete, un Milan che ormai da troppo tempo non c’è più e che adesso potrebbe essere ceduto ai cinesi. “Vediamo cosa succederà, ho già detto che a me dispiace tanto che il Presidente abbia deciso di lasciare il Milan ma comunque ciò che lui fa lo farà per il bene della squadra e della società, ci penserà tanto se potrà lasciare o no”, le parole rilasciate dall’ucraino ai microfoni di Sky Sport.

Rot-Weiss Oberhausen

Rot-Weiss Oberhausen

Cessione Milan, le verità di Shevchenko – Andriy Shevchenko ha poi analizzato il difficile momento rossonero che si protrae ormai da diverse stagioni: “in questi anni sono mancate tante cose, per tanti anni la squadra non si è qualificata alla Champions League e non ha trovato i giusti equilibri: ci sono stati dei problemi forse non solo dentro la squadra, ma anche dentro alla società. Io comunque voglio tanto bene al Milan, è la mia famiglia e rispetto tanto la società e i tifosi. Ho sentito già che l’Inter è stata ceduta ai cinesi: se ci sono investitori che vogliono venire a investire in Italia, l’importante è che i tifosi siano felici”. Felici e vincenti, proprio come ai tempi di Sheva.