Sabato 10 Dicembre

Cessione Milan, i dubbi (elettorali) di Berlusconi: domani giornata chiave

LaPresse/Piero Cruciatti

Cessione Milan che fa registrare una frenata, ma da Galatioto arrivano messaggi di ottimismo: ecco perché domani potrebbe essere una giornata chiave

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Cessione Milan i dubbi di Berlusconi – Cessione Milan sì, cessione Milan no. Margherita rossonera tutta da sfogliare. Come riferito da Sky Sport, nelle ultime 48 ore l’umore del Presidente Berlusconi sulla possibile cessione del Milan alla cordata cinese sembra essere cambiato. Una pausa di riflessione anche comprensibile dopo 30 anni al comando del club rossonero o una frenata definitiva che potrebbe far saltare l’affare? Il Milan s’interroga, entro le prossime 24/48 ore potrebbe arrivare una risposta definitiva al quesito. Domani infatti è previsto il pranzo ad Arcore in compagnia dei figli e dei manager Fininvest in cui verrà fatto il punto della situazione sulla trattativa e si capirà l’orientamento di Berlusconi. Ad elezioni concluse. Particolare non da poco.

Jonathan Moscrop

Jonathan Moscrop

Cessione Milan i dubbi di Berlusconi – Silvio Berlusconi potrebbe decidere infatti di abbandonare il tavolo delle negoziazioni ed iniziare a lavorare (anche sul mercato) al ‘suo’ Milan di giovani e con Brocchi in panchina, oppure proseguire nella trattativa con i cinesi. Che nonostante i dubbi presidenziali delle ultime ore lanciano messaggi ottimistici. “Con il presidente del Milan non c’è nessun problema, stiamo continuando a lavorare e ad andare avanti”, le parole di Sal Galatioto, advisor dell’operazione, raccolte in esclusiva da SpazioMilan.it. E se quelli di Berlusconi fossero ‘soltanto’ dubbi elettorali? Cessione Milan sì, cessione Milan no: margherita rossonera ancora tutta da sfogliare. Ma il tempo stringe.