Venerdi 2 Dicembre

Basket, domani l’Italia affronta Portorico: Gallinari e Aradori affilano gli artigli

LaPresse/Daniele Montigiani

Ultimo test prima del Pre Olimpico per la Nazionale Italiana di basket: ecco le sensazioni del presidente Petrucci e dei giocatori Gallinari e Aradori

Secondo giorno di raduno in Piemonte per gli Azzurri, che domani sera a Biella (ore 20.30, diretta SkySportPlusHD) affronteranno, nel BonPrix Galà del Basket, il Portorico, ultima gara di preparazione in vista del Pre Olimpico. Al termine dell’allenamento pomeridiano al PalaRuffini, hanno parlato ai media il Presidente FIP Petrucci, Gallinari e Aradori.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Siamo ormai alla vigilia di una manifestazione per noi di passaggiocommenta il numero uno della FIP – perché i Giochi Olimpici sono il sogno di tutti. Il CT, lo staff e i giocatori stanno facendo il proprio dovere e per questo siamo sereni. Ovviamente più ci si avvicina al Pre Olimpico più aumenta la tensione, ma è una tensione di chi sa che fino ad oggi ha fatto il massimo. Ora si tratta di completare al meglio la preparazione, visto che le insidie, infortuni compresi, sono dietro l’angolo. Questa è una squadra con numeri importanti che Ettore Messina sta amalgamando al meglio. Il gruppo è fondamentale, lo sta dimostrando anche la Nazionale di calcio di Antonio Conte, ma servono anche le stelle, perché possono dare quel qualcosa in più: io però preferisco il gruppo alle stelle.

LaPresse/Francesca Soli

LaPresse/Francesca Soli

Giocheremo il Pre Olimpico in casa: è certamente un vantaggio, anche se inevitabilmente la pressione c’è. Sono però convinto che è sempre meglio giocare in casa che in trasferta. Sono contento perché quando giocherà l’Italia ci sarà il tutto esaurito, Torino sta rispondendo con entusiasmo”. Molto carico anche Pietro Aradori: “mi sento bene e sono tanti anni che gioco in Nazionale. Sono arrivato in raduno in forma dopo una bella stagione, spero ovviamente di poter far parte dei 12 per il Pre Olimpico. Fare le Olimpiadi non capita tutti i giorni, poterle giocare sarebbe fantastico. Non sarà facile, giochiamo in casa e siamo i favoriti. La formula però non è semplice, passa una sola squadra su sei, quindi non sono permessi errori. Croazia e Grecia sono forse di un livello superiore alle altre, ma non sottovalutiamo di certo Tunisia, Iran e Messico.

LaPresse/Daniele Montigiani

LaPresse/Daniele Montigiani

Siamo una squadra che punta molto sulla difesa, ma abbiamo anche giocatori di talento: il nostro gioco sarà un mix tra difesa tosta e capacità di sfruttare l’estro offensivo seguendo però il sistema preciso di gioco che ci chiede coach Messina”. Infine, Danilo Gallinari svela la sua voglia di scendere in campo: “c’è molto entusiasmo intorno alla Nazionale, siamo molto carichi e non vediamo l’ora di giocare il Pre Olimpico. Se un giocatore nella sua carriera non vuole misurarsi con la pressione, o cambia mestiere oppure la sua è una carriera inutile. Credo che qui a Torino ci sia situazione migliore per raggiungere il nostro obiettivo, farlo in casa sarebbe ancora più bello. Siamo contenti di essere in mezzo ai nostri tifosi, vogliamo regalare loro delle soddisfazioni. Con coach Messina c’è un sistema di gioco diverso rispetto agli anni scorsi, ma sia Messina sia Pianigiani sono due allenatori particolari”.