Martedi 6 Dicembre

Barcellona, non solo Messi: guai con il fisco anche per Neymar

LaPresse/Xinhua

Guai per l’asso del Barcellona Neymar: la procura di Madrid ha chiesto l’incriminazione di ‘corruzione tra privati’ per lui e suo padre

Non c’è pace tra le stelle sudamericane del Barcellona ed il fisco. Dopo Lionel Messi, è nei guai anche Neymar: la procura di Madrid ha infatti chiesto l’incriminazione del fuoriclasse brasiliano e di suo padre per il reato di ‘corruzione tra privati‘. Il campione verdeoro ed il papà sono accusati, secondo quanto scrive la stampa spagnola, di aver defraudato il fondo brasiliano Dis, proprietario del 40% dei diritti del giocatore, al quale sarebbe stata pagato una quota inferiore al dovuto sulla cessione.

Per questo reato sarebbero stati incriminati anche la madre di Neymar, titolare con il marito della società di famiglia N&N, lo stesso Barcellona ed il suo ex presidente Sandro Rosell. Secondo l’accusa, al fondo Dis sarebbe stata versata una somma pari al 40% dei 17,1 milioni di euro dichiarati ufficialmente al momento della cessione di Neymar dal Santos e non sui 25,1 milioni che sarebbero stati realmente pagati. Un tentativo di frode, dunque, che non sarebbe sfuggito alle maglie del fisco. (ITALPRESS).