Sabato 10 Dicembre

Atletica-Campionati Europei paralimpici: l’Italia conquista altre cinque medaglie

LaPresse/Piero Cruciatti

Ai Campionati Europei Paralimpici, l’Italia conquista 2 medaglie d’oro, 1 d’argento e 2 di bronzo grazie a Tapia, Caironi, Corso Contrafatto e Dedaj

Una giornata perfetta per l’Italia, nella quinta e penultima giornara dei Campionati Europei Paralimpici di atletica a Grosseto. La squadra azzurra conquista cinque medaglie: due ori, un argento e due bronzi, per un totale di 12 volte medaglie.

Oney Tapia, nel lancio del disco F11, sale vince l’oro e facendo il nuovo record nazionale con 42,56. Un successo netto per il lanciatore di origine cubana, che partiva da favorito. Lo spagnolo David Casinos, argento con 38,37, mentre il bronzo va al russo Sergei Shatalov con 37,39.

Martina Caironi nei 100 metri T42, e nella stessa gara bronzo di Monica Contrafatto. Caironi si conferma insuperabile dominando in 15.80 contro un muro di vento (-4.0). Per lei quinto oro consecutivo nella specialità dal 2012, tra Paralimpiadi, Mondiali ed Europei. In questa edizione della rassegna continentale, Caironi aveva già vinto l’argento nel lungo.

Argento per Oxana Corso nei 200 T35 con il tempo di 33.09, dietro la britannica Maria Lyle che prevale in 29.91 (-2.2). Per la romana secondo argento dopo quello conquistato nei 100 metri.

Arjola Dedaj bronzo nel salto in lungo T11 e a sua volta ottiene la seconda medaglia personale agli Europei di Grosseto con 4,25 (+4.2). La gara viene vinta dalla svedese Viktoria Karlsson con 4,59 (+2.6), davanti al 4,32 (+2.5) della finlandese Ronja Oja.