Sabato 10 Dicembre

Atletica, Alfio Giomi mostra i muscoli: “vogliamo tornare ad essere protagonisti”

Pasquale Carbone - LaPresse

Alfio Giomi, numero uno della FIDAL, ha tracciato un bilancio dell’ultimo anno dell’atletica italiana

Settantacinque atleti (quaranta uomini e trentacinque donne) faranno parte della squadra italiana di atletica che prenderà parte ai Campionati Europei di Amsterdam (6-10 luglio), ventitreesima edizione di una rassegna che celebra anche, nell’occasione, la sua seconda volta nell’anno olimpico. Un numero importante di convocati, a confermare l’impostazione stagionale che già da fine 2015 aveva indicato nella manifestazione una delle due (ovviamente con l’Olimpiade di Rio) chiavi di volta dell’annata; quella destinata alla squadra, ai giovani, agli atleti in ascesa. A meno di 24 ore dalla chiusura di un campionato italiano assoluto dalla temperatura tecnica perlomeno significativa, il presidente federale Alfio Giomi traccia le linee guida per la lettura dell’elenco stilato dal DT Massimo Magnani: È lo specchio di un movimento in crescita – le parole del numero uno FIDAL – che rappresenta il punto finale di un percorso che coinvolge società, dirigenti, tecnici. L’obiettivo finale dell’anno è rappresentato dall’Olimpiade di Rio, ma certo in questi anni abbiamo lavorato anche per restituire all’atletica italiana il ruolo che le compete a livello europeo, dove dobbiamo tornare protagonisti; ad Amsterdam saranno presenti tanti ragazzi e ragazze che vivranno un’esperienza importate, formativa per il proprio cammino, mentre Rio è un appuntamento per un altro tipo di atleti, dalla dimensione internazionale già consolidata”.