Domenica 11 Dicembre

Assicurazione auto, torna il pressing sulla scatola nera obbligatoria

Torna in discussione l’ Assicurazione auto con la scatola nera obbligatoria, ma sono ancora molti i dubbi e i nodi da sciogliere

Sul tema dell’RC auto, ritorna protagonista l’ormai famosa scatola nera (il dispositivo che registra la dinamica degli incidenti) in abbinamento con l’ assicurazione auto. A distanza di 5 anni dalla prima ipotesi di utilizzo obbligatorio e a 12 mesi dalla ultima proposta di sconti per chi monta il dispositivo,  ritornano alla carica i favorevoli alla “black box” con un emendamento che propone una modifica al Ddl Concorrenza in Senato:  entro 12 mesi dall’approvazione di quest’ultimo tutti i veicoli dovranno essere dotati di scatola nera.assicurazione sport fair

La norma è stata proposta dai relatori Salvatore Tomaselli e Luigi Marino del Pd, e punta  a regolamentare l’installazione obbligatoria della black box  su tutti i veicoli a motore, partendo dai mezzi pubblici e arrivando successivamente a quelli privati. I costi di installazione e manutenzione straordinaria e ordinaria sui veicoli privati saranno a carico dei cittadini e sicuramente non saranno bassi, mentre se dovranno essere a carico delle compagnie si prevede un aumento delle polizze.

In questo caso, i mini ribassi che permetterebbero le installazioni delle scatole nere – considerando che aiuterebbero ad eliminare le frodi assicurative – sarebbero praticamente annullati dai costi di acquisto, montaggio e riparazione dei dispositivi, anzi, c’è anche chi ipotizza in un piccolo aumento delle tariffe.

A questo punto sarebbe meglio lasciare le cose così come sono, ovvero non obbligare l’installazione, ma dare ad ognuno la scelta di montare o non montare la black box, magari condizionata da possibili sconti elargiti dalle compagnie assicurative, senza nessuna imposizione. Non bisogna inoltre dimenticare che con la scatola nera si proporrebbe il solito problema relativo alla privacy che non andrebbe minimamente sottovalutato.