Lunedi 5 Dicembre

Alberi, campagna, profezie e 28 schemi: ecco chi è ‘El Loco’ Bielsa, nuovo allenatore della Lazio

Jonathan Moscrop

Marcelo Bielsa è ufficialmente il nuvo allenatore della Lazio: ‘El Loco’ pronto a sbarcare in Italia con il suo carico di genio e follia calcistica

BielsaSe lo chiamano ‘El Loco’ un motivo ci sarà. Forse anche più di uno. Marcelo Bielsa è pronto ad arricchire la Serie A con la filosofia di calcio che lo ha reso famoso ovunque. Esattamente come alcune delle sue ‘stranezze’. Su tutte, quella divenuta leggenda di arrampicarsi sugli alberi per spiare i colleghi avversari a inizio carriera. Genio follemente innamorato del calcio, passione diventata quasi ossessione. “Esiste la sconfitta che serve e la vittoria che non serve a nulla”. Maniaco del 4-3-3 (trasformabile in corso d’opera), per Bielsa il calcio è religione allo stato pure: ore e ore di studio, fino alla sua Bibbia calcistica composta da 28 schemi e stilata durante il suo periodo di esilio dalla panchina in cui ha visionato 50.000 partite.

bielsaGenio ribelle volato in Messico a inizio carriera per affinare e mettere in pratica quella visione che poi ha portato in giro per il mondo. Calcio come missione. Più profeta che allenatore. Una storia in panchina in cui ha sempre alternato successi, delusioni cocenti e scelte all’apparenza incomprensibili ma sempre fedeli al suo credo: una visione ‘sacchiana’ del calcio che lo ha portato ad alimentare la leggenda intorno al suo nome. Una racconta addirittura di una campagna adiacente alla sua villa in Argentina che risponde perfettamente alle misure di un campo da calcio regolamentare, in cui Bielsa ha trascorso mesi interi da solo a immaginare avversari e preparare schemi. Adesso l’occasione Italia, con la firma sul contratto con la Lazio davvero vicinissima. La Serie A attende ‘El Loco’: passione, genialità e un pizzico di sana follia.