Domenica 4 Dicembre

Voragine del lungarno a Firenze: i metodi per il risarcimento dei danni alle auto coinvolte [VIDEO]

I proprietari delle auto  inghiottite dalla  voragine del lungarno a Firenze avranno due sole possibilità per ottenere un eventuale risarcimento danni

E’ arrivato il momento di contare i danni, dopo i primi sentimenti di stupore, misto a rabbia e preoccupazione che i cittadini di Firenze, ma non solo, hanno provato vedendo le immagini della voragine che ha colpito il Lungarno Torrigiani, fra Ponte Vecchio e ponte alle Grazie, alle ore 6:30 del 25 maggio.voragine lungarno firenze 2

Il Lugarno è sprofondato in una voragine profonda 200 metri inghiottendo circa 20 automobili, alcune delle quali sono state trascinate dall’acqua dell’Arno che nella notte aveva completamente allagato la zona. Il fato ha voluto che non si siano registrati morti o feriti, anche se i danni risultano ingenti.

Fino a quando non si deciderà come mettere in sicurezza la zona, le auto coinvolte non potranno essere rimosse. I proprietari di questi veicoli dovranno quindi cercare la migliore soluzione per un eventuale risarcimento: chi ha stipulato la garanzia contro gli eventi naturali o atmosferici dovrà recarsi dalle forze dell’ordine per ricevere un documento che certifichi l’accaduto. In un secondo momento bisognerà recarsi alla propria compagnia assicurativa, denunciare l’accaduto e consegnare il documento precedentemente nominato. Prima di ricevere l’eventuale rimborso, l’assicurato dovrà farsi carico delle franchigie e degli scoperti. Chi invece non ha stipulato la suddetta garanzia accessoria dovrà rivolgersi ad un avvocato cercando così di stabilire le responsabilità relative a questa spiacevole vicenda.